Apocalypse. La prima guerra mondiale Rai Storia (canale 54)

Venticinque milioni di morti, più di venti paesi coinvolti, cinque continenti in aperta battaglia, quattro anni di terrore tra l’Europa e l’Africa, tra il Medio Oriente e il Pacifico. Numeri e luoghi che sintetizzano la Prima Guerra Mondiale. Una storia con molti lati oscuri, sepolti nella polvere delle trincee e tra i misteri della storia, raccontata dalla serie “Apocalypse. La Prima Guerra Mondiale”, in onda da mercoledì 1 luglio alle 21.10 su Rai Storia (canale 54). Nel primo appuntamento, l’inizio della guerra: i soldati partono per il fronte e tutti sono convinti che il conflitto sarà breve. La realtà sarà ben diversa. Prodotto con oltre 500 ore di materiale d’archivio, tra filmati totalmente a colori e testimonianze ancora inedite, la serie è un viaggio nel cuore del conflitto: seguendo il percorso tracciato da civili e militari di tutto il mondo, viene ricostruito il sacrificio di un’intera generazione che ha gettato la propria vita oltre l’ostacolo, lottando per la propria vita tra bombe e fronti di guerra, con la sola volontà di sopravvivere.