“L’Arte è lavoro. La Musica è lavoro”. Il Maestro Peppe Vessicchio dirige la Sezione Musica dell'hub culturale e Accademia più grande d'Italia: Art Village.

In soli due anni è divenuto l'Accademia artistica più grande d'Italia e hub culturale di eccellenza: è l'Art Village di Roma, un luogo di fermento professionale con concerti, spettacoli, produzioni, casting e formazione, dove transitano grandi volti della danza, della musica e dello spettacolo – da Roberto Bolle a Rossella Brescia, Giorgio Pasotti, Leonardo Pieraccioni, Lucio Presta, Virginia Raffaele, Vinicio Marchioni, Diana Del Bufalo, Cinzia Leone e Virginio. Un progetto visionario e di successo della Fabrizio Di Fiore Entertainment, che ha affidato la direzione artistica a Luciano Cannito, noto regista e coreografo a livello internazionale (Metropolitan di New York, Teatro alla Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Bol'shoj di Mosca, Orange County Performing Arts Center di Los Angeles, Place des Artes di Montréal, Grand Theatre de Bordeaux), divenuto negli ultimi anni anche un amato volto televisivo. Una scelta vincente, non solo per i progetti e gli spettacoli realizzati ed esportati sul territorio italiano, ma anche per l'alta qualità della sezione Accademica che, nonostante la drammaticità della pandemia (soprattutto per il settore dello spettacolo) è riuscita a tutelare didattica e opportunità professionali per i suoi studenti, anche durante il lockdown.Luciano Cannito: "Considero l'Art Village una vera e propria rivoluzione culturale: a partire da una qualità artistica di altissimo livello, l'impronta di ogni attività è all'insegna dell'etica, della meritocrazia, e dell'introduzione al mondo del lavoro. Perché, più che mai in questo momento è importante ribadirlo, l'Arte è Lavoro." Un auditorium, 14 aule e sale prova, 2 studi di registrazione, sala relax con computer ed appartamenti per ospitare fino a 30 artisti: tutto in un'unica immensa sede di 2500 mq, in ulteriore ampliamento, in via Aurelia 477.    

Fabrizio Di Fiore: "Sono i numeri più importanti, perché raccontano la possibilità di dare spazio all'Arte, alla Cultura, alle produzioni, di dare un futuro ai giovani attraverso la creazione artistica, di continuare a fare innovazione e ad onorare il nostro patrimonio culturale." Oltre al protocollo di intesa con l'Accademia delle Belle Arti di Roma per stimolare collaborazioni creative con gli studenti di scenografia e costume, all'interno dell'Art Village vi sono due compagnie di danza professionali, il Roma City Musical e il Roma City Ballet Company: premiata compagnia di artisti internazionali che ospita star della danza mondiale, con cui Art Village ha realizzato la produzione di diversi spettacoli tra cui "Lo Schiaccianoci" e "Cenerentola", portati in tour nei teatri italiani collezionando molti sold out.  All'interno dell'hub anche il Centro di Danza Balletto di Roma: dal 1960, una delle storiche scuole d'Italia dove si sono formati grandi nomi del panorama della danza italiana ed internazionale. Oggi il suo corpo docenti è tra i più qualificati ed il rigore e la disciplina che si respira nei bellissimi studi, rendono questa scuola tra le più accreditate a livello professionale e formativo. Non solo perfezionamento artistico e creativo, ma anche manageriale: è il caso del Diploma Accademico in Performing Arts, con certificazione internazionale Pearson, che include materie dedicate agli aspetti legali, manageriali e alle strategie promozionali. Oltre alla formazione, l'Art Village ospita ogni mese performance, produzioni, prove di teatro e tv, concerti e casting - il prossimo si terrà il 19 e 20 giugno per il musical "7 spose per 7 fratelli" con la regia di Luciano Cannito e le musiche dal vivo di Peppe Vessicchio, che nel 2022 sarà in tour in tutta Italia a partire dal Teatro Brancaccio di Roma. Sarà proprio il Maestro Vessicchio, compositore e direttore d'orchestra, vera e propria icona della musica italiana, a ricoprire il ruolo di Direttore Musicale dell'Art Village: sono già in cantiere produzioni e importanti novità sul fronte della didattica e del lavoro.