Sguardi composti… e un carosello di note stonate

Pubblicata da poco (Apollo Edizioni) l’ultima raccolta poetica dello scrittore e compositore marchigiano Fabio Strinati, scritta a quattro mani con il filosofo Italo Truzzi: “Sguardi composti… e un carosel-lo di note stonate”.

Un’opera poetica incentrata sui tormenti del vivere contemporaneo, destinato alla deriva, assuefatto dalla perfidia e dal peggiore degli inganni – la vita, destinata a soccombere a causa del tempo: un tempo che, inesorabilmente, sfugge via fin troppo velocemente. Ri-me e sonorità dissonanti che vanno ricercate negli angoli più bui e polverosi, sui marciapiedi addolorati o nei dormitori di quelle me-tropoli affannate che respirano i fumi della desolazione ai confini del tempo.
L’arte di Strinati e Truzzi è come una lama nel dettaglio, capace di indagare i tormenti che risiedono nei fondali più nascosti della no-stra anima inquieta, intorpidita in un fluire scomodo e contempora-neo.
A breve, partirà un ciclo di presentazioni del libro che toccherà la Capitale come prima tappa.
 

e-max.it: your social media marketing partner