La trattoria del cardinale - Sabrina Vecchi

  • Scritto da Redazione

Brevi storie, divertenti aneddoti, originali testimonianze sul rapporto tra cibo e spiritualità, tra nutrimento per il corpo e nutrimento per lo spirito. 

“Questo libriccino non ha alcuno scopo teologico o educativo, nessun tipo di presunzione, nessun particolare destinatario. Ho solo messo per iscritto piccoli episodi, qualche piacevole chiacchierata, alcuni momenti in cui è stato bello sedersi attorno a un tavolo assaporando contemporaneamente sia un buon piatto sia la voglia di stare insieme. Il tutto, narrato in maniera semplice”. 

Ci introduce così, Sabrina Vecchi, alle pagine del suo libro La trattoria del cardinale. Semplice, buono e variegato il “menu” del testo: si passa dal buffo aneddoto su papa Francesco che, visitando a sorpresa una residenza per anziani, mette in agitazione la cuoca della struttura (pronta per quel giorno a servire solo bastoncini di pesce), alla nota vicenda dei tortellini con ripieno di pollo, causa di infinite e sterili polemiche nei confronti dell’arcivescovo di Bologna, il cardinale Matteo Zuppi; dalla testimonianza di don Andrea Ciucci, che “divide” i suoi impegni e le sue giornate tra la Pontificia Accademia della Vita, ricette di cucina e trattati di teologia, al racconto di un ristorante particolare, gestito da religiose e nato come originale strumento di evangelizzazione. Passando per tradizioni ultracentenarie, come la Colazione di Sant’Antonio, o per dei biscotti, prodotti in quel di Cascia, che nutrono corpo e anima, il libro si conclude con alcune semplici ricette dal forte sapore religioso. Come il Coppo di san Francesco, piatto prediletto dal Poverello di Assisi.

Un libro leggero, ma che tra le diciotto storie raccontate offre anche diversi spunti per riflettere: sullo stretto rapporto tra cibo e fede; sul significato della convivialità; sull’importanza di non sprecare i prodotti di Madre Terra e di condividere con chi non ha.

Ad arricchire il testo, la Prefazione di mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti, e l’Introduzione del noto vaticanista Fabio Zavattaro.

Note sull’Autrice

Sabrina Vecchi, giornalista pub­blicista, nel corso degli anni si è occupata di co­municazione, televisione e pubbliche relazioni. Ha curato testi e presentazioni per uffici stampa, riviste e libri, festival musicali, letterari e cine­matografici. Lavora per l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Chiesa di Rieti e scrive di cultura e spettacolo per l’edizione reatina de Il Messaggero. 

Il libro sarà presentato giovedì 10 giugno (ore 18), in diretta sulla pagina Facebook e il canale YouTube Paoline. Oltre all’autrice, interverranno Mons. Domenico Pompili, Vescovo di Rieti, e uno dei protagonisti del libro, don Andrea Ciucci (Pontificia Accademia della Vita).

 

Anne Stern -  La signorina Gold

  • Scritto da Redazione

Berlino, 1922. La Prima guerra mondiale ha lasciato ferite profonde nella Germania sconfitta e la città è segnata da un diffuso senso di sconforto. Hulda Gold è una giovane ostetrica, impavida e sagace, che non concede spazio alla tristezza. Ogni giorno attraversa in bicicletta le vie della città per far visita alle partorienti. La sua figura in uniforme non passa inosservata, soprattutto agli occhi del giovane Felix, che la ammira dai tavolini del Café Winter. Innamorata del proprio lavoro e attenta a scongiurare ogni imprevisto, la giovane Hulda si prodiga per ogni nuova vita, che porta con sé la speranza nel futuro. Oltre al destino dei neonati, anche quello delle madri le sta molto a cuore, ma proprio per il suo carattere disponibile e attento al prossimo tende spesso a mettersi in pericolo. Quando nel famigerato Bülowbogen uno dei tanti bassifondi della città, una sua paziente le racconta in lacrime che la vicina di casa è stata trovata morta nel canale Landwehr, la signorina Gold si rifiuta di credere all’ipotesi del suicidio. Anche l’ispettore Karl North, timido e impacciato nonostante la statura imponente, è troppo interessato al caso perché si tratti di una fatalità. Hulda vuole saperne di più e decide di affiancare l’ispettore nelle indagini. Insieme si addentrano negli angoli nascosti di una città dove il confine tra luci e ombre è sempre più sfumato.

Con La signorina Gold, Anne Stern regala ai lettori una protagonista alle prese con una professione meravigliosa, e li introduce alle atmosfere uniche della Berlino degli anni Venti.

Prezzo: € 19,00

In vendita dal 1 giugno 2021

A tavola. Gli italiani e il cibo tra il 1945 e «i lunghi anni '80» di Francesco D'Ausilio, saggio storico sulla cultura gastronomica italiana

  • Scritto da Redazione

Il libro, in uscita dal 18 maggio, analizza le trasformazioni della dieta e della cultura gastronomica italiana dal 1945 fino agli anni Ottanta, periodo in cui si sono poste le basi del modo di pensare e vivere il cibo che conosciamo oggi. Il volume ripercorre i passaggi che hanno portato a fenomeni come la riscoperta della terra, l’attenzione alla filiera di prodotto e la sensibilità sull’impatto delle scelte alimentari.