Campidoglio, De Vito: assemblea capitolina deve lavorare tutto il mese di agosto

"Il Bilancio di un Comune è senza dubbio uno tra gli atti più importanti di un'Amministrazione, perché rappresenta lo strumento per illustrare ai cittadini le entrate e le uscite di un ente pubblico. Ma è anche vero che non è l'unico: a breve distanza dalle elezioni, infatti, sono molte le delibere pronte che ancora devono essere approvate da Roma Capitale. Penso alle decine e decine di debiti fuori bilancio, risorse che cittadini e imprese attendono da tempo e che richiederanno almeno una seduta ad hoc; alle delibere urgenti dei dipartimenti e ad altre molto importanti di iniziativa consiliare, senza contare i numerosi adempimenti da portare a compimento". E' quanto dichiara in una nota il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito.

In sede di capigruppo pertanto inviterò tutti i rappresentanti delle diverse forze politiche, pur nel rispetto delle loro prerogative di maggioranza relativa da un lato e di opposizioni maggioritarie dall’altro, ad assumere un atteggiamento responsabile nei confronti dell’Ente e dei cittadini romani proponendo che l’Aula lavori tutto il mese di agosto, fino alla scadenza del 45° giorno prima delle elezioni, che potrebbe essere il 19 agosto ove si votasse il 3 ottobre e valutando insieme ai capigruppo quella che potrebbe essere la migliore modalità di lavoro: la videoconferenza o la presenza in Aula” prosegue il presidente.

Auspico infine che si possa chiudere con un’ultima conclusiva seduta sui poteri di Roma Capitale, consiglio tematico di cui sono stato primo proponente, che traghetti finalmente verso una consiliatura costituente” conclude De Vito.