Campidoglio: mostre, eventi e appuntamenti per il weekend per le giornate del 17, 18 e 19 gennaio 2020

Roma Capitale della cultura anche per questo weekend con un fitto calendario di incontri, eventi, mostre, attività. Eccone alcuni per il fine settimana di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 dicembre.

Sabato 18 gennaio dalle 10.30 alle 13 si terrà presso il Museo delle Mura, nell’ambito del progetto Musei da toccare, la visita gratuita Toccare un segno urbano: i visitatori potranno rivivere la millenaria storia della Porta Appia e delle mura di Roma attraverso l’esplorazione tattile di plastici ricostruttivi e di altri sussidi didattici messi a loro disposizione.

Saranno tre gli appuntamenti del weekend al Museo Civico di Zoologia rivolti al pubblico di tutte le età. Il 18 gennaio alle 15.30 i bambini dai 5 agli 11 anni potranno cimentarsi nel laboratorio Scienza divertente: “esperimenti e pozioni”; sempre il 18 gennaio dalle 15.30 alle 17.30 nell’ambito dell’esposizione fotografica Carpe Sidera. La Meraviglia del Cielo sulla Bellezza di Roma, il curatore della mostra Gianluca Masi terrà l’incontro dal titolo Paesaggio urbano e paesaggio celeste: regole per una perfetta armonia per svelare i segreti per realizzare immagini di notevole effetto compositivo. Il 19 gennaio, invece, alle 15.30, 16.30 e 17.30 bambini e adulti saranno coinvolti in Museo Game: “La regina dell’Asia”, un percorso giocato su enigmi e imprevisti che li porterà a conoscere i segreti di uno degli animali più affascinanti del nostro Pianeta.

Il 19 gennaio alle ore 16.30 al Museo di Roma la visita guidata alla mostra Canova. Eterna Bellezza consentirà ai visitatori di conoscere lo scultore che lasciò nella Capitale la sua orma di raffinato amante dell’antico; più di 170 le opere esposte, con prestiti internazionali provenienti da tutta Europa.

Sono due gli appuntamenti, gratuiti per i possessori della MIC card, che riguardano le mostre in corso alla Casina delle Civette di Villa Torlonia: il 18 gennaio alle 17.00, nell’ambito della mostra Maria Paola Ranfi. Gioiello intimo colloquio, Aldo Vitali terrà la conferenza La Bottega Orafa Argentiera, Fucina delle Arti da Rinascimento ad oggi. Il 19 gennaio alle 11, nell’ambito della mostra Il giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight, si terrà il Concerto in ricordo di Ferruccio Fabbro «À Paris!» dell’Ensamble Paris Qui Chante.

Per gli appassionati di archeologia e non solo, con il ticket FORUM PASS SUPER, realizzato grazie all’intesa tra Roma Capitale e MiBACT, si potrà accedere al percorso unificato dell’area archeologica Foro Romano-Palatino e Fori Imperiali e visitare anche i siti SUPER: dieci luoghi speciali per entrare nel vivo dell’arte e della civiltà romana con tecnologie immersive e narrazioni virtuali. Sono cinque gli ingressi dai quali si può accedere: largo Corrado Ricci, via Sacra in prossimità dell’arco di Tito, via di San Gregorio, via del Tulliano di fronte al carcere Mamertino e piazza della Madonna di Loreto, vicino alla Colonna Traiana. L’orario di apertura al pubblico è 8.30-16.30 (ultimo ingresso 15.30). Per informazioni: www.sovraintendenzaroma.it.

Con il progetto in realtà aumentata e virtuale Circo Maximo Experience il pubblico può vedere il Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi, in tutte le sue fasi storiche: dalla semplice e prima costruzione in legno ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino alla seconda guerra mondiale. È sufficiente indossare gli appositi visori e seguire le varie tappe del percorso itinerante. Si tratta di un progetto all’avanguardia che utilizza tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni. L’esperienza è fruibile dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 16.30, con ingresso da viale Aventino, e dura circa 40 minuti. Ultimo ingresso ore 15.30. Biglietto ridotto per i possessori MIC card. Per informazioni www.circomaximoexperience.it.

Oltre al grande patrimonio di collezioni permanenti, nei Musei Civici della Capitale sono sempre numerose, varie e interessanti le mostre da visitare durante il weekend, gratuite o con riduzione per i possessori della MIC card, da gennaio 2020 estesa anche ai cittadini dell’area metropolitana. Al Museo di Roma a Palazzo Braschi è in corso Canova. Eterna bellezza, esposizione incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città di Roma con oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere. Per i possessori MIC card è previsto l’ingresso con biglietto ridotto.

Ai Musei Capitolini, negli ambienti al piano terra di Palazzo dei Conservatori, continua L’Arte Ritrovata, un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

Al Museo dell'Ara Pacis con la grande mostra C’era una volta Sergio Leone Roma celebra, a 30 anni dalla morte e a 90 dalla sua nascita, uno dei miti assoluti del cinema italiano. Ingresso ridotto alla mostra con la MIC Card.

Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta alla Centrale Montemartini propone una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere), in parte inedite. Sono esposti reperti archeologici di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrati in Italia grazie a un’operazione di contrasto del traffico illegale. In corso anche 110 anni di luce. ACEA e ROMA, una mostra dedicata all’importante ricorrenza dei centodieci anni di vita e attività dell’azienda capitolina.

Alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi la mostra La rivoluzione della visione. Verso la Bauhaus. Moholy-Nagy e i suoi contemporanei ungheresi, dedicata all’arte di László Moholy-Nagy, artista d’origine ungherese e figura chiave del movimento Bauhaus nel mondo, in occasione delle celebrazioni per i 125 anni dalla sua nascita (1895-2020). Nell’ambito della mostra, nell’area del chiostro/giardino, è presente un’installazione di Sàndor Vàly, in una prospettiva di ricostruzione ambientale contemporanea delle teorie sulla luce dello stesso fondatore del Bauhaus.

Sempre alla Galleria, si svolge in contemporanea Spazi d’arte a Roma. Documenti dal centro ricerca e documentazione arti visive (1940-1990), un progetto espositivo e di workshop in correlazione con i 40 anni del Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1979-2019).

Al Museo di Roma in Trastevere ultimi giorni per visitare la retrospettiva italiana di Inge Morath (1923-2002), la prima fotoreporter donna entrata a far parte della famosa agenzia fotografica Magnum Photos. Continua inoltre Taccuini romani. Vedute di Diego Angeli - Visioni di Simona Filippini, che espone l’intera serie dei dipinti di Diego Angeli in un confronto fuori da schemi cronologici e linguistici con le immagini fotografiche scattate con la polaroid da Simona Filippini, nel corso di più di un decennio, tra Roma e le sue periferie.

Ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali oltre all’esposizione Giancarlo Sciannella - Scultore di archetipi, articolata lungo la via Biberatica, è in corso Civis Civitas Civilitas, che illustra, attraverso plastici degli edifici sacri e pubblici, il modello di vita urbano romano, esportato militarmente anche nelle città dell’impero.

Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco è in corso Il Leone e la Montagna, una mostra sulla Missione Archeologica Italiana in Sudan, attiva da quasi cinquanta anni nel sito del Jebel Barkal, patrimonio mondiale Unesco.

Da visitare nei Musei di Villa Torlonia: Carlo Levi e l’arte della politica, al Casino dei Principi, una mostra a cura del Centro Carlo Levi di Matera e della Fondazione Carlo Levi, che spazia nella poliedrica personalità di Levi, dalla letteratura alla poesia, dalla pittura al disegno. Alla Casina delle Civette, nel Giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight, lo spirito del Giardino della Casina si materializza in 50 dipinti in acrilico nei quali campeggia la Natura tra uccelli acquatici, ninfee, iris bianchi e blu, fiori di campo, boschi di betulle e crisantemi. Inoltre, l’antologica Gioiello intimo colloquio dell’artista Maria Paola Ranfi, orafa e scultrice, mostra una selezione di oltre 60 esemplari tra gioielli e sculture realizzati a cera persa in oro, bronzo, argento e con pietre preziose dai tagli rari e particolarissimi.

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese oltre a Unforgettable Childhood – una selezione di opere (dipinti, disegni, fotografie, video, sculture, installazioni) di artisti israeliani e italiani, sul tema dell’infanzia – è visibile Ponte di conversazione con Paolo Aita, una collettiva di 54 opere create da artisti vari in omaggio al calabrese Paolo Aita, poeta, scrittore e critico d’arte e musicale.

Aspettando l’Imperatore, al Museo Napoleonico, ricostruisce il volto utopico della Roma napoleonica, rimasto in gran parte al solo livello progettuale, mentre al Museo delle Mura Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, Si Gioca! espone una suggestiva selezione di 137 giocattoli antichi appartenente dalla Collezione capitolina.

Infine, è possibile ammirare al Museo Civico di Zoologia la bellezza del cielo e della città eterna nella mostra fotografica Carpe Sidera, 30 immagini che immortalano l’incontro di alcuni dei fenomeni più spettacolari del firmamento notturno con monumenti e simboli della Capitale.

Possono acquistare la MIC card tutti i maggiorenni che siano residenti o studenti in atenei pubblici e privati o domiciliati temporanei a Roma e nella città metropolitana di Roma. La card, al costo di 5 euro, dà diritto per 12 mesi all’ingresso illimitato in tutti i siti del sistema Musei in Comune. I possessori della MIC hanno diritto alla riduzione per le grandi mostre che si svolgono nel corso dell’anno al Museo dell’Ara Pacis e al Museo di Roma a Palazzo Braschi. Attualmente per le mostre Canova. Eterna bellezza al Museo di Roma e C’era una volta Sergio Leone al Museo dell’Ara Pacis. Sono previste riduzioni con la MIC anche per gli spettacoli immersivi “Circo Massimo Experience”. Per i possessori della MIC card è libero l’accesso ai siti archeologici e storico-artistici della Sovrintendenza Capitolina. Sono inoltre incluse le visite e le attività didattiche effettuate dai funzionari della Sovrintendenza Capitolina che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo. Per informazioni www.museiincomuneroma.

La Casa del Cinema ospita ad ingresso gratuito la mostra Furio Scarpelli: Pennello, China e Macchina Da Scrivere, un’affascinante esposizione che racconta, attraverso fumetti, ritratti e vignette satiriche, l’instancabile passione per il disegno che ha percorso tutta la vita dello sceneggiatore dei capolavori italiani.

Al Teatro India, Giorgina Pi si confronta con WASTED, un testo della rapper, live performer, poetessa e scrittrice che ha rivoluzionato la scena culturale inglese, Kate Tempest, voce esplosiva di una generazione sofferente divisa tra ambizioni e sogni infranti. Persi e consumati, i protagonisti di questa storia ci trascinano in quella Waste Land che è diventata la nostra vita, un deserto dove mai abbastanza giovani e mai abbastanza vecchi, sembriamo destinati a non essere mai all’altezza.

Torna sul palco dell’Argentina Un nemico del popolo, lo straordinario viaggio etico-politico del Dottor Stockmann, creatura nata dalla penna di Henrik Ibsen e portata alla vita dall’energia e sapienza di Massimo Popolizio, regista e interprete dell’acclamato allestimento. In scena il dilemma morale che divide due fratelli in una lotta politica senza esclusione di colpi.

A Palazzo delle Esposizioni venerdì 17 alle 18.30 il primo appuntamento di RadioZero Verba Volant. Massimo Bray presenta: Luca Serianni, L'italiano, Treccani Libreria; Dianne Hales, La bella lingua, Treccani Libreria; con Valeria Della Valle, Raffaella Scarpa e Luca Serianni e con le selezioni musicali di Italian Stail Dj Yakuza. RadioZero è un programma di discussione di libri, musica e idee che nasce dall’esigenza di trovare, ritrovare e aggregare ascoltatori di ogni generazione in uno spazio, insieme reale e etereo, per (ri)avvicinare un confronto critico, su vecchi e nuovi valori.

Al Mattatoio è in corso I colori della scienza. nell'arte della ricerca, la mostra costituisce la tappa finale del progetto Art&Science Across Italy e presenta insieme ad opere di artisti professionisti, 68 creazioni artistiche inedite, ispirate a temi scientifici e realizzate dagli studenti di 16 tra licei scientifici, classici e artistici di Roma e provincia. Le opere della tappa romana, che ha coinvolto complessivamente 1000 studenti, sono state realizzate con il supporto e la supervisione di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e de La Sapienza Università di Roma, per la parte scientifica, e di artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, per la parte artistica.

In Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica, venerdì 17 alle 20.30 e sabato 18 alle 18.00 dopo i concerti romani, le tournée internazionali e i progetti discografici affrontati insieme, Sir Tony incontrerà ancora una volta la Jansen per dar voce a uno dei massimi capolavori di Felix Mendelssohn: il Concerto per violino e orchestra. A un capolavoro tra i più noti della letteratura romantica, Pappano e Orchestra, abbineranno un’opera dalla assai rara esecuzione come l’Ouverture da Re Stefano di Beethoven e la Prima Sinfonia di Schumann.

Fondazione Cinema per Roma e MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo celebreranno, in occasione del centenario della nascita di Federico Fellini (20 gennaio 1920 - 31 ottobre 1993) e di Tonino Guerra (16 marzo 1920 - 21 marzo 2012), i due grandi artisti con un evento speciale a cura di Mario Sesti che si svolgerà domenica 19 gennaio a partire dalle 17.30 in Auditorium del MAXXI, via Guido Reni 4a. L’evento, a ingresso gratuito, prenderà il via con la proiezione de Il lungo viaggio (Dolgoe putescestvie) di Andreij Khrzhanovskij: nel film, Tonino Guerra trasforma in animazioni i disegni di Fellini. A seguire, si terrà il documentario Fellini Fine Mai di Eugenio Cappuccio, applaudito alla 76a Mostra del Cinema di Venezia.