Festival Internazionale del Teatro di Figura di Roma Dal 9 al 12 maggio 2024 IMMAGINA

Festival Internazionale del Teatro di Figura di Roma Dal 9 al 12 maggio 2024 IMMAGINA

Dal 9 al 12 maggio 2024 IMMAGINA, FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL TEATRO DI FIGURA DI ROMA torna con i suoi protagonisti: marionette, burattini, ombre e ogni tipo di creatura magica creata dalla fantasia e dal talento di artisti da tutto il mondo.

I tre Teatri in Comune - Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Villa Pamphilj e Teatro del Lido di Ostia - con il Museo delle Civiltà e l’Istituto Centrale per il patrimonio immateriale del Ministero della Cultura, propongono un festival diffuso in tutta la città con un calendario di 12 spettacoli per un totale di 40 repliche e poi mostre, laboratori, incontri. In scena alcune tra le più significative compagnie di Teatro di Figura dalla Turchia, Portogallo, Bulgaria, Polonia, Cile, Paraguay e Italia per quattro giorni all’insegna dell’immaginazione e della creatività, per grandi e piccini.

GLI SPETTACOLI. Dal Paraguay, Elemental Confusion di e con Carola Mazzotti della Compagnia Kunu’u Titeres con la regia di Eduardo García e le musiche di Mario Fatecha e Correspondence di e con Carola Mazzotti con la regia di Gabriela Céspedes. Dalla Turchia, Garbage Monster di e con Cengiz Özek della Compagnia Cengiz Özek Shadow Theatre. Una coproduzione Cile – Polonia, Robot di David Zuazola e Unia Teatr Niemozliwy con la regia di Marek b. Chodaczynski. Dal Portogallo, Mil e Uma di e con David Fariza della Compagnia Caricata Teatro con la regia di Claudio Hochman. Dalla Bulgaria, Little Wizards di Vera Stoykova, (Comp. Varna State Puppet Theatre) con Evgeniya Vasileva, Gergana Gospodinova, Krasimir Dobrev, Boyan Stoyanov.

Gli spettacoli dall'Italia: Prendere il volo della Fondazione TRG e Drogheria Rebelot, dall’opera di Marina Marinelli e Silvia Molinari (ed. Topipittori), con Miriam Costamagna, regia Enrica Carini e Andrea Lopez Nunes; Solo di e con Walter Broggini accompagnato dai musicisti Giorgio Rizzi e Roberto Scala; Sphera di Chiara Carlorosi e Marco Vergati, una produzione Teatro di Carta/Ombre Bianche Teatro; Il mare in una conchiglia di e con Ignazio Bortot; Quel diavolo di Arlecchino di Paolo Rech della Compagnia Bambabambin, la regia di Eleonora Fuser, le maschere di Giorgio De Marchi e Matteo Berra e Piccolo Sushi con la drammaturgia e la regia Tonio De Nitto (Factory Compagnia Transadriatica).

LABORATORI. Ricchissimo anche il programma dei laboratori, tutti gratuiti, rivolti a tutte le età: Karagöz e le sue ombre (dai 5 ai 10 anni); A forma d’ombra, a cura di Biblioteca Villino Corsini e Teatro Verde, (dai 6 ai 10 anni); Rodari in villa, orienteering letterario a cura di TiconZero condotto da Stefano Zarfati, Fernanda Pessolano, (dagli 8 agli 11 anni); Soffio, animazione teatrale a cura di Factory Compagnia Transadriatica condotto da Michela Marrazzi (dai 6 anni in su); Giochiamo con le ombre, piccolo laboratorio creativo a cura di Teatro di Carta (dai 6 ai 10 anni); Diamo vita alle maschere, a cura di Marco Luly (dai 18 anni); Immagini e suoni, a cura di Teatro Verde con Diego di Vella e Lucia O’Farrell (dai 2 ai 6 anni); Teatrini di carta, a cura di Marta Cascarano (dai 6 ai 10 anni).

LA MOSTRA. Da giovedì 9 a domenica 12 maggio, presso i quattro spazi, sarà visitabile la mostra diffusa Disegno sempre anche quando penso i teatrini di carta di Michele Cascarano, a cura di Marta Cascarano. Una mostra visitabile negli orari di apertura dei singoli spazi, dedicata ai “teatrini di carta” realizzati da Michele Cascarano, maestro del disegno capace di tradurre memoria, sogno e progetto in potenti visioni. In mostra i suoi diorami tridimensionali e visionari che trascendono la realtà concreta per raggiungere una dimensione onirica e ideale. Incontro con la curatrice domenica 12 maggio alle ore 17 al Teatro Villa Pamphilj. L’ingresso è libero nei tre teatri in Comune

GLI INCONTRI. Come nelle scorse edizioni non mancheranno gli incontri/lezioni del Corso Tradizioni, Mestieri, Teatro Vivo dell’Università Roma Tre – Dams, a cura della Prof.ssa Valentina Venturini e Veronica Olmi, dedicate agli studenti ma con ingresso libero anche per gli uditori.

Al Teatro Villa Pamphili, giovedì 9 maggio dalle 17 alle 20, Il teatro d’ombra con Fabrizio Montecchi e venerdì 10 maggio dalle 17 alle 20 Teatro senza parola con Walter Broggini.

Sabato dalle 15 alle 18 al Museo delle Civiltà-Icpi La storia delle storie con Alfonso Cipolla.

Alle ore 11 di venerdì 10 maggio al Teatro Villa Pamphilj, presentazione del libro INTRECCI per una storia condivisa tra teatro ragazzi e teatro di figura di Alfonso Cipolla e Renata Coluccini. Intervengono: Alfonso Cipolla, Fabrizio Montecchi, Anna Maria Berardi, Emanuela Rea, Veronica Olmi; introduce Francesco Aquilanti.
Sabato 11 maggio alle 12, al Museo delle Civiltà-Icpi, Gabriella Manna presenta il volume di Giuseppina Volpicelli PICCOLI PERSONAGGI GRANDI INCANTI. Maria Signorelli, il teatro di figura e il suo Novecento. Intervengono: Alfonso Cipolla, Valentina Venturini, Alessia Villanucci, Veronica Olmi, Francesco Aquilanti.

“Immagina racconta la bellezza del Teatro di Figura, un universo fatto di burattini, marionette, pupi, ombre, muppets, bunraku, kukla, tìtere, puppets, fantocci, marottes, kukull, damya, putula, shadow, fantoche, nukke, papeti, ... un cosmo di materia e mestieri, di arte e artiste e artisti incredibili.

Immagina è un festival diffuso, condiviso, fortemente voluto: un momento di incontro con il Teatro di Figura di respiro internazionale. A Roma, culla di tante iniziative importanti, vetrina che attira su di sé gli occhi di tutto il mondo. 

Sin dall'inizio abbiamo creduto nell'idea di un'azione teatrale disseminata in diversi luoghi della città, di un teatro che va incontro al pubblico, nell'idea di prossimità e di sostenibilità che ci sta a cuore da sempre. 5 partners promotori: Teatro Villa Pamphilj, Teatro del Lido di Ostia e Teatro del Quarticciolo (della rete Teatri in Comune), Museo delle Civiltà, Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale. Segnale importante di apertura a visioni culturali e artistiche diverse. Immagina è anche questo: sinergie che si muovono, un cerchio che si allarga costantemente, incontri che diventano progetti e pensieri che si fondono e danno vita a nuove prospettive.

Immagina è un altro modo di guardare la realtà.”

La Direzione artistica condivisa: Veronica Olmi, Antonino Pirillo, Flavia Gallo, Francesco Aquilanti, Valeria Trupiano 

Il Teatro del Lido di Ostia, il Teatro Villa Pamphilj e il Teatro Biblioteca Quarticciolo sono parte del sistema Teatri in Comune di Roma Capitale - Assessorato alla Cultura con il coordinamento gestionale di Zètema Progetto Cultura.
IMMAGINA 2024 è realizzato con il patrocinio di UNIMA Italia Unione Internazionale della Marionetta

BIGLIETTI
- nei 3 teatri: spettacoli intero 7€ • ridotto 5€ 

mostre a ingresso gratuito • laboratori gratuiti con prenotazione obbligatoria

- per il Museo delle Civiltà - Icpi: ingresso al Museo 5€ • gratuito fino a 18 anni • attività all’interno gratuite

INFO e PRENOTAZIONI

TEATRO BIBLIOTECA QUARTICCIOLO

Via Ostuni, 8 | 00171 Roma tel. 06.69426222 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti anche su www.vivaticket.com

TEATRO DEL LIDO DI OSTIA

Via delle Sirene, 22 | 00121 Ostia (Roma) tel. 06.5646962 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti anche su www.vivaticket.com

TEATRO VILLA PAMPHILJ

Via di S. Pancrazio, 10 | 00152 Roma tel. 06.5814176 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MUSEO DELLE CIVILTÀ - ICPI

Piazza Guglielmo Marconi, 8 | 00144 Roma, 06.5926148 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  tel. 327.5724090

IMMAGINA 2024 è realizzato con il patrocinio di UNIMA Italia Unione Internazionale della Marionetta 

DETTAGLIO SPETTACOLI

Il festival aprirà giovedì 9 maggio alle ore 9.30 al Teatro del Lido con Elemental Confusion (Paraguay) di e con Carola Mazzotti della Compagnia Kunu’u Titeres con la regia di Eduardo García e le musiche di Mario Fatecha. In un intrico di pensieri e appunti, una scrittrice cerca l’ispirazione, mentre un autore si dibatte con la mancanza di idee. Uno spettacolo che invita il pubblico a esplorare il caos creativo e le sorprendenti nascite che possono emergere dall’apparente nulla.

Replica venerdì 10 maggio alle ore 17 al Museo delle Civiltà-Icpi

Sempre giovedì 9 maggio alle ore 10 al Teatro Biblioteca Quarticciolo, Prendere il volo (Italia) della Fondazione TRG e Drogheria Rebelot, dall’opera di Marina Marinelli e Silvia Molinari (ed. Topipittori), con Miriam Costamagna, regia Enrica Carini e Andrea Lopez Nunes. Zazì è una giovane artista immersa tra matite e colori, che per vocazione, fin da bambina, accoglie gli uccellini caduti dal nido e li aiuta a prendere il volo. Uno spettacolo sul tema della protezione degli esseri più deboli, per riflettere sulla cura di ciò che ci circonda e di noi stessi.

Repliche venerdì 10 maggio alle ore 9.30 al Museo delle Civiltà- Icpi

Alle ore 11 di giovedì 9 maggio, al Teatro Villa Pamphilj, Garbage Monster (Turchia) di e con Cengiz Özek della Compagnia Cengiz Özek Shadow Theatre. Uno spettacolo che racconta di un pesce addetto alla pulizia dei mari, che dopo aver inghiottito troppi rifiuti gettati dall’uomo, si trasforma in un mostro. Un racconto coinvolgente sull’importanza della salvaguardia dell’ambiente marino.

Repliche venerdì 10 maggio ore 9.30 al Teatro del Lido di Ostia e sabato 11 maggio alle ore 11 al Museo delle Civiltà-Icpi.

Alle ore 15.30 di giovedì 9 maggio al Museo delle Civiltà-Icpi, Mil e Uma (Portogallo) di e con David Fariza della Compagnia Caricata Teatro con la regia di Claudio Hochman. Uno spettacolo che ripercorre la celebre storia de Le Mille e Una Notte attraverso la figura di Sherazade, la più famosa racconta-storie dell’antichità. Un viaggio nel tempo e nello spazio sulle tracce della millenaria narrazione.

Replica sabato 11 maggio alle ore 11.30 al Teatro Villa Pamphilj.

Alle ore 17 di giovedì 9 maggio al Museo delle Civiltà-Icpi, Solo (Italia) di e con Walter Broggini accompagnato dai musicisti Giorgio Rizzi e Roberto Scala. Una riflessione ironica e profonda sul tema... della morte. In scena le buffe avventure e le vicissitudini di personaggi costretti ad affrontare l’ineluttabile destino, che tentano una resistenza ostinata quanto inutile.
Repliche venerdì 10 maggio alle ore 17 al Teatro Villa Pamphilj e sabato 11 maggio alle 19 al Teatro del Lido di Ostia.Ultimo spettacolo in scena giovedì 9 maggio (dalle 17.30 alle 19.30) al Teatro del Lido di Ostia, è Correspondence (Paraguay) di e con Carola Mazzotti con la regia di Gabriela Céspedes. Un universo magico racchiuso in una scatola, pronto ad essere esplorato da uno spettatore alla volta. Frammenti di una storia nascosti in una cassetta delle lettere.
Repliche venerdì 10 maggio (10.30/12.30) al Museo delle Civiltà-Icpi e sabato 11 maggio (10/12) nel giardino del Teatro Villa Pamphilj.

venerdì 10 maggio alle ore 19 al Teatro Biblioteca Quarticciolo lo spettacolo Robot (Cile, Polonia) di David Zuazola e Unia Teatr Niemozliwy con la regia di Marek b. Chodaczynski. In un futuro in cui robot e umani convivono, Clara, una ragazza sulla sedia a rotelle, stringe amicizia con un robot in un campo di concentramento. Dopo una tragica separazione, il robot si risveglia in un mondo intollerante e parte alla ricerca dell’amica perduta. Un racconto visionario sui temi dell’intolleranza e dell’accettazione dell’altro.

Repliche sabato 11 maggio alle ore 16 e domenica 12 maggio alle 10 al Museo delle Civiltà-Icpi.

Alle ore 21 di venerdì 10 maggio al Teatro del Lido di Ostia, Sphera (Italia) di Chiara Carlorosi e Marco Vergati, una produzione Teatro di Carta/Ombre Bianche Teatro. In un piccolo chapiteau, un improbabile presentatore è alla ricerca di Gioppy, il piccolo esserino di cui si prende cura, che lo costringe a rincorrerlo ogni volta che fugge via per esplorare il mondo là fuori. Ombre, luci e colori si rincorrono e creano un viaggio suggestivo.
Repliche sabato 11 maggio alle 18 al Teatro Villa Pamphilj e domenica 12 maggio alle 17 al Museo delle Civiltà-Icpi

La ricca giornata di sabato 11 maggio si apre alle ore 10 al Museo delle Civiltà-Icpi con Il mare in una conchiglia (Italia) di e con Ignazio Bortot. Un uomo solitario e fuori dal tempo, si sta godendo un bagno rilassante in una vasca piena di bolle, a tenergli compagnia la musica di un vecchio grammofono e una conchiglia. Un viaggio sensoriale in teatro in scatola (per 2 spettatori per volta) che invita il pubblico a riflettere sui propri desideri nascosti.
Repliche sabato 11 maggio (ore 17/19) nel foyer del Teatro Biblioteca Quarticciolo, domenica 12 maggio ore 11/13 Teatro del Lido di Ostia e ore 16/18 nel giardino del Teatro Villa Pamphilj.

Alle ore 16 di sabato 11 maggio, nel giardino del Teatro Villa Pamphilj, Quel diavolo di Arlecchino (Italia) di Paolo Rech della Compagnia Bambabambin, la regia di Eleonora Fuser, le maschere di Giorgio De Marchi e Matteo Berra. Burattini e Commedia dell’Arte per ripercorrere le origini “diaboliche” della maschera di Arlecchino. Prima di diventare il celebre servitore, Arlecchino guidava la spaventosa Caccia Selvaggia delle leggende nordiche. Uno spettacolo che riscopre questo passato glorioso con umorismo e semplicità. Replica domenica 12 maggio alle 16 al Museo delle Civiltà-Icpi

Alle ore 19 di sabato 11 maggio al Teatro Biblioteca Quarticciolo Piccolo Sushi (Italia) con la drammaturgia e la regia Tonio De Nitto (Factory Compagnia Transadriatica), i puppet e l’interpretazione di Michela Marrazzi. Uno spettacolo magico e coinvolgente che ci trasporta in un angolo sperduto del Giappone. Qui, Sushi è schiacciato dalle tradizioni familiari mentre la sua mente immagina e viaggia lontano. Un mondo di suoni evocati e di sogni che prendono vita.
Replica domenica 12 maggio alle 17 al Teatro del Lido di Ostia.

Domenica 12 maggio, ultimo giorno di Immagina, il festival apre alle 11 al Teatro Villa Pamphilj con Little Wizards (Bulgaria) di Vera Stoykova, (Comp. Varna State Puppet Theatre) con Evgeniya Vasileva, Gergana Gospodinova, Krasimir Dobrev, Boyan Stoyanov. In ogni luogo, c’è sempre un vecchio burbero che non sorride e non sembra apprezzare nulla e che, un giorno, vede la sua vita grigia iniziare ad esser illuminata da piccole meraviglie. Una storia coinvolgente sull’amore, la bontà e il desiderio di cambiare il mondo.
Replica domenica 12 maggio alle ore 17 al Teatro Biblioteca Quarticciolo.

DETTAGLIO LABORATORI
Si inizia sabato 11 maggio alle ore 9.30 al Museo delle Civiltà-Icpi con Karagöz e le sue ombre (dai 5 ai 10 anni, durata 60’, max 15 posti). Cartoncino, fermacampioni, colori e bacchette per raccontare le avventure di Karagöz, il briccone che non riesce mai a portare a termine le sue strampalate imprese.

Alle ore 11 di sabato 11 maggio alla Biblioteca Villino Corsini A forma d’ombra a cura di Biblioteca Villino Corsini e Teatro Verde, (dai 6 ai 10 anni, durata 90’ circa, max 15 partecipanti) Il buio, la luce e quello che c’è in mezzo. Giocare, scoprire e disegnare l’ombra tra libri, foglie e figure.

Sabato 11 e domenica 12 maggio al Teatro Villa Pamphilj dalle 16 alle 19, Rodari in villa, orienteering letterario a cura di TiconZero condotto da Stefano Zarfati, Fernanda Pessolano, una performance tra danza e gioco di e con Aurora Pica (dagli 8 agli 11 anni, durata 3 ore, per max 25 partecipanti). Un incontro tra letteratura, Gianni Rodari e sport per imparare a leggere mappe e cercare indizi letterari. Lanterne, punzonature, percorsi per una gara d’orientamento. Oggetti, rime e indovinelli per una caccia al tesoro rodariana.

Alle ore 16,30 di sabato 11 maggio al Teatro Biblioteca Quarticciolo, Soffio animazione teatrale a cura di Factory Compagnia Transadriatica condotto da Michela Marrazzi (dai 6 anni in su, durata 90’). Un percorso breve di animazione teatrale dove ogni partecipante potrà sperimentare, attraverso l’uso di oggetti e figure, diverse tecniche di manipolazione e animazione teatrale.

Il laboratorio si terrà anche domenica 12 maggio alle ore 10 al Teatro del Lido di Ostia.

Al Teatro Villa Pamphilj sabato 11 maggio alle 18.40 Giochiamo con le ombre piccolo laboratorio creativo a cura di Teatro di Carta (dai 6 ai 10 anni). Un’occasione unica per immergersi nella magia delle ombre e del teatro d’ombra. Al termine dello spettacolo Sphera i bambini possono proseguire il loro viaggio nel magico mondo delle ombre disegnando una propria sagoma o scegliendo e ritagliandone una tra i soggetti dello spettacolo.

Il laboratorio si terrà anche domenica 12 maggio alle 17.40 al Museo delle Civiltà

La domenica dei laboratori si apre al Museo delle Civiltà-Icpi (12 maggio ore 10/17) con Diamo vita alle maschere a cura di Marco Luly (dai 18 anni, max 15 partecipanti) un workshop teorico-pratico sulle maschere della Commedia dell’arte.

Alle ore 11 di domenica 12 maggio al Museo delle Civiltà-Icpi Immagini e suoni a cura di Teatro Verde con Diego di Vella e Lucia O’Farrell (dai 2 ai 6 anni, durata 50’, max 20 partecipanti) per giocare con le parole e le immagini, insieme a libri e burattini, accompagnati dalla musica.

Alle ore 14.30 di domenica 12 maggio al Teatro Villa Pamphilj Teatrini di carta a cura di Marta Cascarano (dai 6 ai 10 anni, durata 90’ circa, max 15 partecipanti) per costruire insieme piccoli teatrini usando carte e cartoni, immagini e figure. Miniature magiche che custodiscono storie.

Image

Publish the Menu module to "offcanvas" position. Here you can publish other modules as well.
Learn More.