L’acqua del lago non è mai dolce - Giulia Caminito

L’acqua del lago non è mai dolce - Giulia Caminito

Una ragazza dai capelli rossi, un lago che sembra inghiottire ogni speranza. Un romanzo sulla giovinezza cattiva che tutti abbiamo sfiorato, sul bene che ancora è possibile salvare.

Io sono stata un cigno, mi hanno portata da fuori, mi sono voluta accomodare a forza, e poi ho molestato, scalciato e fatto bagarre anche contro chi s’avvicinava con il suo tozzo di pane duro, la sua elemosina d’amore.

Odore di alghe e sabbia, di piume bagnate. È un antico cratere, ora pieno d’acqua: sulle rive del lago di Bracciano approda, in fuga dall’indifferenza di Roma, la famiglia di Antonia, madre coraggiosa con un marito disabile e quattro figli. Antonia è onestissima e feroce, crede nel bene comune eppure vuole insegnare alla sua figlia femmina a non aspettarsi nulla dagli altri. E Gaia impara: a non lamentarsi, a tuffarsi nel lago anche se le correnti tirano verso il fondo, a leggere libri e non guardare la tv, a nascondere il telefonino in una scatola da scarpe e l’infelicità dove nessuno può vederla. Ma poi, quando l’acqua del lago sembra più dolce e luminosa, dalle mani di questa ragazzina scaturisce una forza imprevedibile. Di fronte a un torto, Gaia reagisce con violenza, consuma la sua vendetta con la determinazione di una divinità muta. La sua voce ci accompagna lungo una giovinezza che sfiora il dramma e il sogno, pone domande graffianti. Le sue amiche, gli amori, il suo sguardo di sfida sono destinati a rimanere nel nostro cuore come il presepe misterioso sul fondo del lago.

Questo è il romanzo di due grandi protagoniste, fiere e dolenti. Antonia e il suo coraggio, Antonia e le sue mani segnate dai detersivi, Antonia che non butta via niente, Antonia che alza la voce di fronte a ogni ingiustizia. Gaia e la sua amica Iris, Gaia che succhia un Calippo ma non sorride, Gaia che sa fare male, Gaia che corre in motorino nella notte, verso un futuro che nessuno può vedere. 

GIULIA CAMINITO

È nata a Roma nel 1988 ed è laureata in Filosofia politica. Ha esordito con il romanzo La Grande A (Giunti 2016, Premio Bagutta opera prima, Premio Berto e Premio Brancati giovani), seguito nel 2018 da Un giorno verrà (Bompiani, Premio Fiesole Under 40).

ROMANZO BOMPIANI

 

Image

Publish the Menu module to "offcanvas" position. Here you can publish other modules as well.
Learn More.