Il sistema Castelli Romani protagonista assieme agli altri sistemi bibliotecari italiani del festival bic – biblioteche innovazione comunità organizzato da rete delle reti

Il sistema Castelli Romani protagonista assieme agli altri sistemi bibliotecari italiani del festival bic – biblioteche innovazione comunità organizzato da rete delle reti

Comunità, partecipazione, inclusione, innovazione, condivisione, valore. Ecco alcune del-le parole chiave della prima edizione di “B.I.C. Biblioteche – Innovazione – Comu-nità”, il festival in programma il 15 e il 16 settembre allo spazio Daste di Berga-mo.

Protagoniste le biblioteche italiane nella città che, insieme a Brescia, è Capitale del-la Cultura 2023. Organizzato dalla Rete delle Reti, movimento nazionale di cooperazione tra Sistemi Bi-bliotecari, di cui il Consorzio Sistema Castelli Romani è socio fondatore e che comprende ad oggi 24 Sistemi Bibliotecari italiani, Bic vuole essere un’occasione per incontrarsi, contaminarsi, fare rete, riflettere sul presente delle biblioteche e della cultura italiana con lo sguardo puntato al futuro.

Un’iniziativa che, per la sua valenza culturale, verrà presentata lunedì 11 settembre a Roma ore 12:00 presso la sala Spadolini del Ministero della Cultura in via del Collegio Romano 27.

Durante l’incontro verrà illustrato nel dettaglio l’intero pro-gramma. Il calendario di Bic comprende convegni, ignite talks durante i quali i relatori avranno 5 minuti a disposizione per parlare delle loro idee e dei loro progetti, approfondimenti, ta-vole rotonde, presentazioni di iniziative, scambi di esperienze.
Un grande fermento in una due giorni carica di spunti per gli addetti ai lavori, ma non solo. Le biblioteche sono luoghi della comunità e non potevano quindi mancare momenti dedicati al grande pubblico, come il talent letterario “Incipit offresi”, che vedrà la prima tappa del campionato itinerante per aspiranti scrittori proprio al Bic, e lo spettacolo “Co-lazione da Tiffany” a cura di “Fiato ai libri”.
Tra gli ospiti d’onore del festival il filosofo Telmo Pievani, l’esperto in management e progettazione culturale Alessandro Bollo già direttore del Polo del ‘900 di Torino, il CEO di Fondazione Moleskine Adama Sennah, il “guru” americano della bibliotecono-mia di comunità David Lankes in collegamento dal Texas.
“Bic è l’occasione per condividere le buone pratiche tra le biblioteche e far crescere tutta la comunità bibliotecaria italiana - afferma Giuseppe De Righi, Presidente dell’associazione Rete delle Reti e del Consorzio Sistema Castelli Romani -. Un festi-val delle idee e delle innovazioni che mette al centro le relazioni e la comunità”.
Il festival è stato organizzato con la collaborazione e il contributo del Ministero della Cul-tura sul Fondo di Promozione della lettura, della Fondazione Cariplo, della Regione Lom-bardia e del Comune di Bergamo ed è inserito nel progetto Produzioni Ininterrotte, pen-sato dalla Rete Bibliotecaria Bergamasca insieme alla Rete bibliotecaria bresciana per Bergamo Brescia capitale cultura 2023.
L’iniziativa gode del patrocinio di AIB Associazione Italiana Biblioteche, di Anci, della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, di Federculture. 

 

Image

Publish the Menu module to "offcanvas" position. Here you can publish other modules as well.
Learn More.