Vinòforum 2021: le Stelle sotto le stelle - Per la diciottesima edizione Lo Spazio del Gusto ospita 600 Cantine e 2500 etichette in 12.000 mq di verde.

E’ partito il count down. Manca ormai pochissimo alla serata di inaugurazione di Vinòforum 2021 (i cancelli apriranno alle 19.00 di venerdì 10 e chiuderanno alla mezzanotte di domenica 19 settembre), diciottesima edizione di una delle più importanti manifestazioni italiane dedicate all’enogastronomia. Si conferma la formula vincente che vede abbinati grandi vini a proposte di alta cucina, in un perfetto mix in grado, anno dopo anno, di appassionare i numerosi visitatori. Ad accoglierli, nei 12.000 mq del bellissimo Parco di Tor di Quinto, impreziosito dal suggestivo laghetto, oltre 600 cantine e un parterre di 2500 etichette. Con ben tre Consorzi presenti (Friuli DOC, Prosecco DOC, Roma DOC e Consorzio di tutela del Cesanese del Piglio) e realtà istituzionali come Unaprol-Consorzio Olivicolo Italiano, Le Donne del Vino del Lazio e La Strada del Vino di Latina.

“Il vino resta il cuore pulsante della nostra manifestazione – sottolinea Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum – ma nel corso degli anni siamo riusciti a fare di Vinòforum realmente Lo Spazio del Gusto, un luogo dove il pubblico ha la straordinaria opportunità di degustare un numero incredibile di eccellenze. E ovviamente, in un momento così delicato per il settore, abbiamo dedicato la massima attenzione anche alla ristorazione, collaborando quest’anno con un partner d’eccezione come Food&Wine Italia”.

E’ stata infatti la “sezione” italiana della storica testata, diretta dal giornalista Federico De Cesare Viola, in partnership con Vinòforum, a curare la regia della sezione ristorativa. A partire dal format The Night Dinner, apprezzatissimi appuntamenti che permetteranno, su prenotazione, di sedere a un tavolo esclusivo e confrontarsi con i piatti, ma ancora di più con la personalità, di grandi chef con il tema del cambiamento a fare da sfondo agli incontri. Nove gli appuntamenti, tutti da non perdere, tutti a partire dalle 20.30.

Si inizia venerdì 10 con Mirko Di Mattia di Livello 1 (Roma). Si prosegue sabato 11 con Eugenio Roncoroni (Al Mercato – Milano). Domenica 12 sarà la volta di Stelios Sakalis de Il Pievano del Castello di Spaltenna (Gaiole in Chianti). Martedì 14 riflettori su Emanuele Scarello, chef de Agli Amici dal 1887 di Udine. Sara Scarsella e Matteo Compagnucci (Sintesi di Ariccia) saranno i protagonisti mercoledì 15, mentre Francesco Apreda (Idylio – Roma) ci accompagnerà giovedì 16. Venerdì 17 ci sarà Pierluigi Gallo di Achilli al Parlamento di Roma e Sabato 18 ai fornelli Stefano Marzetti del Mirabelle di Roma. Chiusura in grande stile domenica 19 con Franco Franciosi e Francesco D’Alessandro del Mammarossa di Avezzano.

Per gli amanti della buona cucina confermata anche la formula vincente dei Temporary Restaurant. Sei postazioni ogni giorno con altrettanti chef, ognuno impegnato per due serate di seguito, per un totale di 30 campioni dell’alta ristorazione, ognuno con un menu di tre portate proposto a prezzi “democratici” in modo da offrire anche ai visitatori più giovani l’opportunità di approcciare la cucina d’autore. Ecco il calendario delle prime quattro serate:

Venerdì 10 e sabato 11 settembre, per i primi due giorni di manifestazione, prenderanno posto in cucina: Giuliano di Nardo del ristorante Pastorie, Stefano Callegari con il suo nuovissimo Romanè, Roberto Bonifazi e Francesco Brandini di Bottega Tredici, Gabriele Muro di Adelaide al Vilòn, Giovanni Ciaravola di Tascamadre e Davide Cianetti di Numa al Circo.

Domenica 12 e lunedì 13 accenderanno i fornelli: Enrico Camponeschi di Acquasanta, Giovanni D’Ecclesiis de Il Vistamare, Thomas Moi di Moi Ristorante, Paolo Camponeschi di Menabò, Pietro Adragna di Primo Osteria e Pierluigi Gallo di Achilli al Parlamento.

Vinòforum 2021 è anche palcoscenico della prima edizione del “Roma Caffè Festival”, organizzato con la collaborazione di Francesco Sanapo e Antonella Cutrona e con il supporto di un partner d’eccezione: il Gruppo Cimbali, con il suo brand Faema, che lancerà la nuova macchina del caffè Faemina e firmerà con la Mumac Academy un fittissimo calendario di corsi, laboratori e degustazioni sul trend dell’home bar, sul design delle macchine e sulle ricette da fare in casa.

Vinòforum riserva novità anche agli operatori del settore che oltre ad accedere alla Business Lounge per degustazioni enologiche d’eccellenza, potranno visitare la nuovissima “Mix&Spirits Hospitality”, uno spazio dedicato all’universo della miscelazione e degli spirits e alla loro evoluzione. I fortunati potranno godere di una carta dei cocktail unica curata dal maestro Massimo D’Addezio. Prezioso sarà il supporto dell’ A.I.B.E.S.. che a Vinòforum terrà la propria finale regionale del titolo “Bartender dell’anno”, che alla fine del tour nazionale decreterà il rappresentante italiano al concorso mondiale IBA. Tra colpi di shaker, lo spettacolo è assicurato.

Si rinnova lo spazio dedicato allo Champagne in cui poter degustare gli Champagne delle Maison Krug, Dom Pérignon, Veuve Cliquot, Moët & Chandon e Ruinart, in abbinamento ai sushi preparati dalla chef Chef Michelle Rocha vincitrice dello Chef Awards 2021 come miglior chef di sushi d'Italia.

Confermati anche gli appuntamenti con l’Olio Extravergine di Oliva a cura di Unaprol e della Fondazione Evoo School Italia. E quelli, richiestissimi, con gli Amici del Toscano.

“Dieci giorni davvero speciali – evidenzia De Venuti – in cui conviveranno le diverse anime di Vinòforum: la divulgazione, il business e il divertimento. Un’importante occasione di incontro tra i diversi player del settore, tanto più importante in una fase delicata come quella che stiamo vivendo e che farà di Roma, per tutto il periodo della manifestazione, la Capitale dell’enogastronomia italiana”.

LOCATION: Parco Tor di Quinto - Via Fornaci di Tor di Quinto, 10 Roma

ORARI: domenica - giovedi 19 – 24 // venerdì – sabato 19 - 01

Biglietto di ingresso comprensivo di calice e carnet da 10 degustazioni di vino.