Logo

Il 15 maggio si terrà l’apertura della 1° Mostra Internazionale Arte al Carotene.

L’evento clou che riapre il mondo culturale a Roma dopo un anno di lock-down e frustrante inattività. Partecipanti di gran livello come l’artista gallese Nathan Wyburn, famoso per i suoi quadri creati usando

oggetti e sostanze sorprendenti e varie come i fagioli stufati, il marmite su toast o le pesche sciroppate usate per il suo recente ritratto di Justin Bieber. Wyburn è sulla cresta dell’onda nel Regno Unito per i suoi quadri creati usando vario armamentario Covid centrico e donati per dare fondi all’NHS britannico. E l’artista libico Entat che crea stupefacenti opere usando materiali naturali come le alghe mediterranee di posidonia. Uno sponsor attualissimo come Raybotics che fornirà il suo rivoluzionario robot disinfettante ai raggi Uv-C e ozono che sanificherà gli ambienti della mostra dimostrando che il ritorno alla normalità si dovrà fare ma con grande attenzione. Una giuria di qualità prestigiosa con la partecipazione ad esempio del giornalista Francesco d’Ayala e Nicolas Ballario divulgatore e conduttore di programmi sull’arte contemporanea di Sky Arte e Rai Radio Uno. 

Il contest, una nuova formula di partecipazione all’arte.

Arte al Carotene è una formula nuova di contest, perché trasforma le restrizioni imposte dalla pandemia in opportunità, offrendo ad artisti e pubblico un modo interattivo di mostrare e fruire l’arte, che prevede la reazione e non solo la visione da parte del pubblico, sia sulle piattaforme social sia, in caso fosse possibile alla data della mostra conclusiva, in una vera e propria galleria nel centro storico di Roma. È un contest internazionale perché, sfruttando l’ubiquità offerta dai social, permette ad artisti e pubblico di tutto il mondo di parteciparvi. Ed è internazionale per l’ubicazione fisica della mostra in una delle zone più frequentate da artisti e turisti a Roma.

 

Che cosa è Arte al Carotene?

In primo luogo è una call to action ad aderire a una operazione d’arte antiretorica. E per questo Creativi a Monti ha scelto di offrire come spunto agli artisti un filo conduttore in linea con l’intenzione: il carotene è un potente principio attivo, il superpotere della carota. Migliora la vista, il benessere della pelle e, come antiossidante, mantiene giovani. È la qualità nascosta che dà alla carota quella marcia in più per farti raggiungere altri livelli. Arte al Carotene è un invito per gli artisti a rappresentare ed esplodere, attraverso l’iconografia della carota o attraverso il suo colore o visualizzando il superpotere del carotene, il principio attivo alla base della loro arte.

 

Partecipazione gratuita:

Creativi a Monti per scelta ha deciso di rendere gratuita la partecipazione, specialmente in questo momento di incertezza economica. Le opere selezionate saranno esposte online sulle pagine FaceBook e Instagram @artealcarotene e presso Sacripante Gallery dal 15 al 22 maggio 2021. Il pubblico potrà votare così online o in galleria. Via Urbana 103, 00184 Roma RM, Italia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Creativiamonti.com

 

Una Giuria di altissimo livello

La giuria sarà composta dal pubblico sulle pagine social FaceBook @Arte al carotene e Instagram

@artealcarotene e da una giuria di qualità composta da esperti di altissimo profilo:

Nicolas Ballario (esperto, divulgatore e conduttore di programmi TV e radiofonici sull’arte)

Lina Calenne (storica dell’arte e curatrice)

Giovanni Caloro (regista e fondatore/partner di Amarena Pictures)

Francesco d’Ayala (giornalista)

Nerina Di Nunzio (esperta di mktg e comunicazione)

Antonello Lamanna (giornalista e ricercatore)

Raffaella Terribile (storica dell’arte)

 

Organizzato da Creativi a Monti, il nuovo multidisciplinare hub creativo.

Creativi a Monti è un Hub, un aggregatore di creativi, artisti, videomaker, indipendenti che si occupa di comunicazione e arte, fondata da Riccardo Loffredo e Robin Elliott, che nasce sul finire del 2020 ma con alle spalle decenni di esperienza maturata dai suoi fondatori nel campo della comunicazione. La mostra è curata da Polina Khovaeva, laureata in Storia dell’Arte e con master in management dell’arte presso la Luiss di Roma

 

 

 

 

 

lavocedellazio.it C.F. 97687960598 autorizzazione tribunale di Velletri n 17/2012 Redazione: redazione@lavocedellazio.it | Direttore responsabile: Marialuisa Roscino - direttore@lavocedellazio.it | Webmaster: Michele Bortone - webmaster@lavocedellazio.it