Campidoglio: mostre, eventi e appuntamenti per le giornate del 22, 23, 24 febbraio

Roma capitale della cultura. La città, viva e attiva, raccoglie ogni giorno un fitto calendario di incontri, eventi, mostre, attività. Eccone alcuni per il fine settimana di venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 febbraio.

Venerdì 22 e sabato 23 febbraio dalle 19.30 alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00) è possibile conoscereL’Ara com’era attraverso il progetto multimediale che fa rivivere le vicende dell’altare monumentale nel corso dei secoli. Utilizzando particolari visori, i visitatori sono coinvolti in una visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis, l’altare che celebra la pace imposta da Augusto su uno dei più vasti imperi mai esistiti. L’esperienza, tra ricostruzioni in 3D e computer grafica, realtà virtuale e aumentata, della durata di circa 45 minuti, è disponibile in 5 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. I visori non sono utilizzabili al di sotto dei 13 anni.

Nel fine settimana sono in programma, inoltre, le visite guidate condotte da personale specializzato di Musei da toccare, un progetto che facilita l’accesso per tutti al patrimonio culturale. La Casina delle meraviglie, visita guidata tattile-sensoriale di venerdì 22 febbraio dalle 16.00 alle 18.30, oltre alla descrizione delle trasformazioni architettoniche della Casina delle Civette di Villa Torlonia, permette di intraprendere un percorso sulle arti applicate esplorando gran parte delle vetrate, un unicum nel panorama artistico internazionale, e degli arredi artistici. A supporto della visita tattile è a disposizione anche materiale tiflodidattico.
Il Pleistocene da toccare si svolge invece al Museo di Casal de' Pazzi, sabato 23 febbraio
dalle 10.30 alle 13.00, con un racconto corredato da esperienze tattili di ciò che si vede nel giacimento, nella sala espositiva e nelle vetrine. Il Museo dispone inoltre di tre plastici ricostruttivi di momenti molto diversi della storia del territorio, caratterizzati da diversi materiali che permettono di percepire sia i cambiamenti geomorfologici sia i percorsi fluviali. Il percorso sensoriale prosegue con i contenuti floristici del “Giardino Pleistocenico”.
Nelle Esplorazioni tattili all’Ara Pacis al Museo dell'Ara Pacis, domenica 24 febbraio (10.00 - 12.30), è previsto un articolato percorso tattile che, attraverso una significativa selezione di opere dalla propria collezione permanente, consente un’esperienza diversa del monumento e della sua architettura, della ricca e significativa decorazione vegetale e anche dei protagonisti della storia.
Le visite tattili-sensoriali sono visite speciali rivolte al pubblico dei visitatori con disabilità.Prenotazione obbligatoria al numero 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00).

Venerdì 22 febbraio alle 17.00 presentazione del libro Lisetta Carmi. La bellezza della verità, nella Sala Multimediale del Museo di Roma in Trastevere. Prevista una conversazione con ospiti del mondo del giornalismo e della fotografia per ripercorrere le più importanti tappe dell’opera fotografica dell’artista genovese. Con il coordinamento di Renata Ferri (caporedattore e photo editor di Io Donna), Giovanna Calvenzi (storica della fotografia contemporanea), Giovanni Battista Martini (curatore della mostra), Silvana Bonfili (curatrice storica dell’arte del Museo di Roma in Trastevere), Claudio Corrivetti (Direttore della casa editrice di fotografia Postcart). La conversazione prende spunto dal libro-catalogo, a cura di G.B. Martini, pubblicato da Edizioni Postcart© 2018. Al termine dell’incontro sarà proiettato un video-saluto di Lisetta Carmi girato da Giovanna Calvenzi a Cisternino.

Incursioni cinematografiche è il titolo della visita guidata alla Casa Museo Alberto Moravia, sabato 23 febbraio alle 17.00, destinata a un pubblico adulto, per approfondire il significativo legame di Moravia con il cinema.
Per i più piccoli, Scienza divertente. Vita sotto il mare, al Museo Civico di Zoologia sabato 23 febbraio alle 15.30 (5-7 anni) e alle 16.00 (8-11 anni), è un’immersione nelle profondità del Mar Rosso, a due passi dalla barriera corallina, fra tartarughe, stelle marine e squali, alla scoperta dei segreti del mondo marino e delle diverse forme di vita che lo abitano. Museo-Game “Zoologi sulle tracce di....” domenica 24 febbraio è una visita didattica (15.30 - 16.30 – 17.30) per bambini dai 5 agli 8 anni. Come provetti zoologi, muniti di pinzette, lenti, stereo microscopi e guide da campo, i partecipanti andranno alla ricerca di impronte e tracce per scoprire le abitudini di vita degli animali.

Domenica 24 febbraio alle 11.00, La Centrale Montemartini ieri e oggi, propone una visita didattica allaCentrale Montemartini per famiglie con ragazzi dagli 11 anni. All’interno del primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica, riconvertito in spazio espositivo dal 1997, il percorso si snoda tra i grandi macchinari industriali alla scoperta dei mosaici, delle statue, degli elementi architettonici e dei reperti archeologici esposti.

Alla Casina delle Civette di Villa Torlonia, sempre il 24 febbraio alle 11.30, visita guidata alla mostra Il mito rivisitato. Le maschere arcaiche della Basilicata a cura di Francesca Romana Uccella e Nicola Toce. Le opere esposte raccontano di luoghi e suggestioni da percorrere per scoprire legami che non si fermano alla bellezza della Basilicata, ma che affondano le radici nella sua arte, nell’unicità di un territorio che rispecchia una cultura che sa rinnovarsi nelle sue tradizioni.

Due gli appuntamenti di Archeologia in Comune di questo fine settimana: sabato 23 febbraio alle 10.00Una passeggiata ai Fori Imperiali, dal Foro di Traiano al Foro di Cesare (a cura di Nicoletta Bernacchio) con appuntamento a piazza del Foro di Traiano presso la Colonna Traiana.
Domenica 24 febbraio alle 11.00 Parco degli Acquedotti e Villa delle Vignacce, a cura di Paola Chini, con appuntamento in via Lemonia, angolo via dei Publici.
Prenotazione allo 060608 a partire da sette giorni prima la data dell’evento (max 20 persone).

Oltre al grande patrimonio di collezioni permanenti, sono tutte interessanti le Mostre da visitare durante il fine settimana nei Musei della capitale, a cominciare dalle due in corso ai Musei Capitolini, La Roma dei Re. Il racconto dell’archeologia e I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura.Proseguendo, al Museo di Roma Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961 propone fotografie e filmati dalla ricostruzione del paese dopo la seconda guerra mondiale al clamoroso boom economico degli anni ’60. Da non perdere, alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi: Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione, una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Nel chiostro-giardino della Galleria, inoltre, l’installazione etica di Antonio Fraddosio Le tute e l’acciaio, dedicata agli operai dell’Ilva e alla città di Taranto.
Al Casino dei Principi di Villa Torlonia, Discreto continuo - Alberto Bardi. Dipinti 1964/1984, la grande antologica che ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica. In mostra circa settanta opere, tra le più rappresentative della lunga attività dell’artista.
Oltre alla straordinaria Lisetta Carmi. La bellezza della verità, al Museo di Roma in Trastevere è in corso l’esposizione Vento, caldo, pioggia, tempesta. Istantanee di vita e ambiente nell’era dei cambiamenti climatici con la quale, attraverso un percorso di fotografie, Greenpeace racconta i cambiamenti climatici.
Inoltre, al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco e al Museo Ebraico di Roma l’esposizione dedicata all’archeologo e mercante d’arte Ludwig Pollak (Praga 1868 – Auschwitz 1943), che racconta la storia professionale e personale del grande collezionista, le sue origini nel ghetto di Praga, gli anni d’oro del collezionismo internazionale fino alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
Ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali Viaggio nel Colosseo - Magico fascino di un monumento, una mostra grafica sull’attrattiva che il Colosseo ha sempre esercitato sull’artista austriaco Gerhard Gutruf attraverso una selezione delle sue opere realizzate con tecniche e formati differenti.
Il mito rivisitato. Le maschere arcaiche della Basilicata, alla Casina delle Civette di Villa Torlonia, presenta 38 opere tra maschere e sculture realizzate dall’artista Nicola Toce narratrici di storie legate ai territori lucani e alle loro tradizioni.
Ritratto di un pianeta selvaggio, al Museo Civico di Zoologia, con le foto di Simone Sbaraglia, rappresenta un giro del mondo fotografico attraverso le meraviglie naturali dei cinque continenti che ha il fine di sensibilizzare l’opinione pubblica verso la bellezza e la fragilità del mondo naturale.

Alla Casa della Memoria e della Storia venerdì 22 febbraio si può visitare Lea Contestabile. Elementi di cosmografia amorosa. La mostra, a ingresso libero, è concepita come un grande albero genealogico le cui radici sono ben piantate nel territorio abruzzese e, in particolare, a Ortucchio (L’Aquila), città natale dell’artista, che è il punto di partenza per esplorare diversi aspetti della storia italiana a partire dalla seconda guerra mondiale. Lea Contestabile ha ideato un percorso espositivo che si svolge in tre momenti distinti – la memoria del territorio, la memoria personale e la memoria storica – attraverso l’utilizzo del ricamo, della fotografia e delle colle.

Alla Casa del Cinema, CliCiak - Scatti di cinema, il concorso nazionale per fotografi di scena curato da Antonio Maraldi e organizzato dal Centro Cinema Città di Cesena, festeggia il suo ventunesimo compleanno con un’edizione record e il consueto appuntamento con la mostra, alla Casa del Cinema dal 18 febbraio al 30 aprile, composta da una selezione dei migliori scatti premiati e segnalati dai giurati Cesare Biarese, Andrea Crozzoli, Enza Negroni, Claudio Pastrone e Michele Smargiassi. L’esposizione è composta da 40 fotografie selezionate tra le 2.300 partecipanti, scattate da 56 fotografi a documentazione di 115 tra film, cortometraggi, fiction e serie tv.
Nell’ambito della rassegna Motion – Emotion. Il cinema di Wim Wenders, sabato 23 febbraio alle 18.00 proiezione del film Nel corso del tempo del 1975 e domenica 24 febbraio alle 16.00 L’amico americano.
Sempre domenica 24 alle 18.00 nell’ambito di Backliner di Fabio Lovino, replica di Italia doc a cura di Maurizio Di Rienzo.
In corso la mostra Frame, il racconto per immagini dei nuovi protagonisti del cinema italiano: 40 ritratti, rigorosamente in bianco e nero, di attori che stanno imponendo la loro presenza nei film di maggior successo in Italia come Marcello Fonte, pluripremiato protagonista dell’ultimo lavoro di Matteo Garrone “Dogman”, Alessio Lapice, interprete della serie tratta dal libro di Roberto Saviano “Gomorra”, Andrea Lattanzi, giovane emergente consegnato all’onore delle cronache grazie al lungometraggio “Manuel”, Jacopo Olmi Antinori, conosciuto dal grande pubblico grazie al suo ruolo nella produzione internazionale televisiva “Medici: The Magnificent”, Eugenia Costantini ed Elena Cucci, protagoniste dei film di Gabriele Muccino e Giovanni Veronesi.
Inoltre, nei giorni 22, 23 e 24 febbraio, chi acquista il biglietto della partita Italia - Irlanda del torneo di Rugby Guinness Sei Nazioni 2019 potrà scoprire gratuitamente insieme a un accompagnatore le bellezze museali dei Musei Civici di Roma Capitale. Ingresso gratuito ai Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali, Museo dell’Ara Pacis, Museo di Roma, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia, Galleria d’Arte Moderna e Museo Civico di Zoologia.

Per i possessori della MIC card è gratuito l’accesso ai Musei Civici e ai siti archeologici e artistici della Sovrintendenza Capitolina. Sono inoltre gratuite le visite e le attività didattiche che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo, a esclusione delle mostre Marcello Mastroianni al Museo dell’Ara Pacis e Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961 al Museo di Roma. La MIC è la card che al costo di 5 euro permette l’ingresso illimitato negli spazi del Sistema dei Musei Civici di Roma per 12 mesi. Con la MIC sono gratuite le visite e le attività didattiche che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo, a cura dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina, mentre non sono comprese le mostre al Museo di Roma a Palazzo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis. Per informazioni www.museiincomuneroma.it
Il programma è suscettibile di variazioni, per info e aggiornamenti 060608 (tutti i giorni 9.00 19.00)museiincomuneroma.it

Le proposte del Teatro di Roma nel week end danno appuntamento al Teatro Argentina con il grande classico Enrico IV di Pirandello. A cimentarsi con questa pietra miliare il maestro del teatro Carlo Cecchi. Dramma in tre atti scritto nel 1921 e considerato il capolavoro di Pirandello assieme al suo Sei personaggi in cerca d’autore, Enrico IV è una tragedia vibrante, amara, di assoluta bellezza, che infrange gli schemi della drammaturgia. Al Teatro India in scena carne e santità, la storia di Concetta, nella Sicilia degli anni Quaranta con Immacolata Concezione di Vucciria Teatro, per la regia di Joele Anastasi, da un’idea di Federica Carruba Toscano. La storia di una moderna santa sullo sfondo di un microcosmo siciliano fatto di omertà, violenza e presunzione, ma anche di un’autenticità tipica della carnalità isolana. Sempre a Teatro India in scena Sempre Domenica di Collettivo Controcanto, ideato e diretto da Clara Sancricca, che dirige uno spettacolo in equilibrio fra leggerezza e pesantezza, di respiro romano e dal sapore dolce-amaro. Un lavoro sul lavoro, uno spettacolo sul tempo, l’energia e i sogni che il lavoro quotidianamente mangia, consuma, sottrae. Sul palco sei attori su sei sedie, che tessono insieme una trama di storie, che aprono squarci di esistenze incrociate. Infine al Teatro Torlonia in scena Storia di un’amicizia, creazione di Fanny & Alexander, che torna alla letteratura dedicando una tetralogia alla scrittrice più chiacchierata del nostro paese, Elena Ferrante. Da un’idea di Chiara Lagani, che firma anche la drammaturgia, e Luigi De Angelis, che firma la regia, un progetto che parte dal più famoso dei libri della scrittrice, L’amica geniale. Uno spettacolo diviso in tre capitoli: Le due bambole, Il nuovo cognome e La bambina perduta. Sul palco, le vicende di Lenù e Lila si stagliano sullo sfondo di una città/mondo dilaniata dalle contraddizioni del passato, del presente e di un futuro i cui confini feroci faticano ancora a delinearsi con nettezza.

Al Teatro dell’Opera venerdì 22 alle 20 e domenica 24 febbraio alle 16.30 sarà in scena Anna Bolena di Donizetti. Lo spettacolo vede due grandi ritorni: quello del Maestro Riccardo Frizza sul podio, nuovamente alla direzione dell’Orchestra dell’Opera di Roma e quello di Andrea De Rosa alla regia. Il nuovo allestimento, una coproduzione con Lithuanian National Opera and Ballet Theatre, vede le scene sono di Luigi Ferrigno da un’idea di Sergio Tramonti, i costumi di Ursula Patzak e le luci di Enrico Bagnoli, e con Maria Agresta al suo debutto nel ruolo di Anna Bolena e Carmela Remigio che debutta nel ruolo di Giovanna Seymour.
A distanza di cento anni, giovedì 21 febbraio con repliche venerdì 22 alle 20.30 e sabato 23 alle 18 nellaSala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica Concerto per violino di Antonin Dvořák diretto da due icone internazionali: il direttore ceco Jakub Hrůša, che torna a guidare l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dopo due concerti di successo nelle scorse stagioni e il violinista statunitense Joshua Bell. Il programma di serata comprenderà l'esecuzione delle Danze Ungheresi nn. 17, 18, 19, 20, 21di Johannes Brahms e la Suite (curata dallo stesso Hrůša) dal balletto Romeo e Giulietta di Prokofiev.Domenica 24 febbraio introduzione alle 11.30 per concerto alle 12 nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica nuovo appuntamento con il concerto della domenica diretto da Carlo Rizzari che guiderà l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nell’interpretazione della Suite dal balletto Romeo e Giulietta di Prokofiev, il primo lavoro ‘ufficiale’ sovietico che il compositore scrisse al suo rientro in patria nel 1935 dopo la pausa americana.
Al Palazzo delle Esposizioni, venerdì 22 inaugura la mostra Natura in tutti i sensi a cura del Laboratorio d'arte in collaborazione con Topipittori. Una mostra-laboratorio per raccontare attraverso lo sguardo, il segno e il colore la poesia della natura. Piante vagabonde, alberi, giardini e frutti sono osservati, nominati e costruiti con una pluralità di punti di vista, con le lenti della scienza, l’interpretazione della storia dell’arte e un approccio multisensoriale. Opere, schizzi, quaderni e bozzetti per scoprire cosa si nasconde dietro le pagine di un libro. Ma anche tavole tattili da esplorare e momenti di sperimentazione in cui è indispensabile affidarsi ai propri sensi per immergersi nella natura annusando, toccando e ascoltando. In mostra Pia Valentinis, Marianna Merisi, Gioia Marchegiani, Sara Maragotto e Caterina Gabelli (Studio Fludd), Christel Martinod e Anna Resmini, che con il loro segno hanno dato forma alla natura nei libri pubblicati dalla casa editrice Topipittori. Alle 17.30 in programma un laboratorio aperto per grandi e piccoli.
Fino al 31 marzo è in corso Testimoni dei Testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz una mostra esperienziale ideata da un gruppo di ragazzi di Roma che ha partecipato ai Viaggi della Memoria. Per la prima volta sono le nuove generazioni che raccontano l’esperienza del campo di concentramento, per tramandare le storie degli ultimi sopravvissuti alla Shoah, affinché la memoria generi un futuro consapevole. La mostra, messa in scena dal collettivo Studio Azzurro, fa parte del programma che Roma Capitale dedica ogni anno alla Giorno della Memoria – Memoria genera Futuro.
Al Macro Asilo, sabato 23 febbraio alle 17 in scena la performance Corda & Taiko. L'arte del taiko, il tamburo giapponese, incontra quella dello shibari. Isabella Corda, artista poliedrica dello shibari, l'arte della legatura con corde, darà vita a un intreccio fantastico, quasi una ragnatela in cui catturare il pubblico presente, mentre le potenti vibrazioni dei tamburi giapponesi, qui rappresentati da Rita Superbi, Catia Castagna e Marilena Bisceglia del Taiko Trio, introdurranno e accompagneranno la performance. Alle 18Massimo Cacciari terrà una lectio magistralis dal titolo Arte e terrore. Il "bello" è sempre stato avvertito in una doppiezza radicale: attrae e spaesa, diletta e inquieta – e mai così radicalmente ha svolto questa duplice prospettiva come nel contemporaneo. Vi sono ragioni ontologiche che possano spiegarla?Domenica 24 alle 18 lectio magistralis di Giordana Bruno dal titolo Ripensare la materialità: la superficie dello schermo. Nell’epoca del virtuale, caratterizzata dal continuo ricambio di materiali e strumenti di comunicazione, qual è il ruolo della materialità? Come si manifesta nelle arti e nella tecnologia? Ebbene, questi tempi sono potenzialmente adatti alla reinvenzione della materialità. Nella certezza che essa sia attivamente ricercata nel campo delle arti visive, l’autrice fornirà l’occasione per un dibattito sul tema, con un intervento che prende spunto da uno dei temi oggetto del suo ultimo libro “Superfici: a proposito di estetica, materialità e media” (Johann & Levi, 2016). Sempre alle 18, in sala lettura, in omaggio alla Giornata delle Malattie Rare, si terrà l’incontro Come oro nelle crepe. Così ho imparato a rendere preziose le mie cicatricidi Gioia Di Biagio. L’autrice, affetta da una sindrome rara che rende la sua pelle estremamente fragile, insegna come non arrendersi ai limiti del proprio corpo, trasformando la fragilità in bellezza e le cicatrici in rifiniture dorate, come nella tecnica del kintsugi. Il suo è un esempio di resilienza, un insegnamento per tutti: è davvero possibile abbracciare il proprio dolore e trasformarlo in una forma d'arte quotidiana. Perché nessuno sa essere forte come una persona fragile. Intervengono: Roberto Gramiccia - scrittore, medico e critico d'arte. Claudia Crisafio - attrice e direttrice del festival "Uno sguardo raro".
Al Mattatoio sono in corso le mostre x< Vertigo < Un progetto di Sylvio Giardina. Presentata presso il Padiglione 9B del Mattatoio l’installazione costituisce un’occasione inedita per esplorare la sensibilità artistica dello stilista italiano attivo da oltre quindici anni nell’ambito dell’Alta Moda.
In mostra nel Padiglione 9A l’esposizione Fosco Valentini. Visionaria. 1986-2018 a cura di Giovanna dalla Chiesa. La prima vera antologica di Fosco Valentini, romano, trapiantato in Svizzera già dal 1989, formatosi nelle cerchie elitarie di personalità opposte - e forse, tuttavia, complementari - quanto quelle di Aldo Braibanti (filosofia, teatro, cinema, poesia, ecologia) e di Alighiero Boetti (culture extraeuropee, religioni orientali, tassonomia, ars combinatoria, mnemotecnica, magia).
Lo spazio Pelanda presenta Belle Speranze: il cinema italiano e i giovani (1948 – 2018). Realizzata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la mostra restituisce, attraverso l’immaginario cinematografico, l’esperienza dei ragazzi italiani lungo 70 anni di storia. Da Il sole sorge ancora di Aldo Vergano, tra le prime e più fulgide testimonianze della Resistenza italiana a Gli sdraiati di Francesca Archibugi, ritratto in chiaroscuro di giovani a cui è stato rubato il futuro dai loro padri, l'allestimento è un viaggio multimediale dentro le diverse strategie identitarie messe in atto “dai e sui” giovani nelle varie epoche prese in esame - il dopoguerra, i Sessanta, il ‘68 e gli anni di piombo, il grande riflusso, i millennials – a partire dal lavoro di restituzione e di costruzione del cinema.

Fondazione Cinema per Roma|CityFest nel weekend propone due appuntamenti di Cinema al MAXXI per la rassegna cinematografica, che si terrà fino al prossimo 14 aprile presso l’Auditorium del MAXXI in via Guido Reni 4a, organizzata in collaborazione con MAXXI e Alice nella città. Sabato 23 febbraio alle 21 sarà proiettato Let’s Get Lost firmato dal regista e fotografo Bruce Weber: il documentario candidato all’Oscar®ikè’t racconta il mix di talento, bellezza ed eccessi di uno dei più grandi trombettisti della storia del jazz, Chet Baker e lo segue in quello che si è poi rivelato l’ultimo anno di vita del musicista. Il film è abbinato alla mostra Paolo Pellegrin. Un’antologia in programma al MAXXI fino al 10 marzo. Domenica 24 alle 15 si terrà l’evento David di Donatello Legacy che vede Fondazione Cinema per Roma e MAXXI unirsi all’Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, il più prestigioso premio della storia del cinema italiano, per dedicare un omaggio ai grandi autori del nostro cinema premiati dal David, nell’occasione sarà celebrata l’opera di Elio Petri, con la proiezione di due film: La classe operaia va in Paradiso (1972, David per il miglior film e David Speciale a Mariangela Melato) e La proprietà non è più un furto (1973). Tra le due proiezioni, alle 17, si terrà un incontro condotto da Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, e Mario Sesti, curatore di Cinema al MAXXI, con le testimonianze di Paola Petri e Flavio Bucci.

All’Auditorium Parco della Musica in Sala Petrassi sabato 23 febbraio alle 18 appuntamento speciale con la Tarantella del carnevale, una produzione originale di Musica per Roma. Domenica 24 febbraio in Sala Petrassi alle 11.00 continuano i Dialoghi Matematici con L’incertezza: tra matematica e economia. Ed ancora, domenica 24 la settimana si conclude con il concerto di Antonija Pacek Teatro Studio Gianni Borgna alle 18.30.
Alla Casa del Jazz tre grandi appuntamenti nel weekend: venerdì 22 febbraio in Sala Concerti alle 21 l’orchestra Lake Jazz ospiterà il potente sax di Max Ionata, sabato 23 alle 21 Jazz is not dead, il trio Mat celebrerà i 10 anni di carriera e, infine, domenica 24 in Sala Concerti alle 12 Luca Bragalini, in uno dei suoi quattro viaggi dedicati alle radici della musica jazz, esplorerà il Blues e il Voodoo.

e-max.it: your social media marketing partner