Ponte Milvio – Controllo dei Carabinieri contro la Malamovida.

Dalla serata di ieri e per tutta la notte, i Carabinieri della Compagnia di Roma Trionfale e della Stazione di Roma Ponte Milvio, supportati dai Carabinieri del Nas e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma hanno eseguito un’operazione straordinaria di controllo nei luoghi della “Movida” di Ponte Milvio.

L’attività, rientrante nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, è stata svolta al fine di garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori della zona, verificare il rispetto delle regole e, laddove necessario, contrastare ogni forma di illegalità o di degrado, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Sono stati 12 gli esercizi commerciali controllati dai Carabinieri, in 6 dei quali sono state riscontrate irregolarità. In due dei sei locali i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno riscontrato lavoratori in nero, in uno 2 e nel secondo 5, impiegati senza un regolare contratto di lavoro; in 4 locali i Carabinieri del Nas hanno riscontrato violazioni alle norme in materia di alimenti, igiene e sanità;  in un locale i Carabinieri della Stazione di Roma Ponte Milvio hanno accertato un episodio di vendita di alcolici a un minorenne. In totale sono state elevate sanzioni amministrative per un importo pari a 18.000 Euro. Nel corso del servizio di controllo, sempre in piazza di Ponte Milvio, 3 giovani studenti, trovati in possesso di modesti quantitativi di droghe per uso personale, sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori.

Nello stesso contesto, in una cornice volta a garantire legalità nella zona, i Carabinieri hanno arrestato un ragazzo di 18 anni che al controllo dei documenti è risultato destinatario di un ordine di esecuzione pena, dovendo espiare pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione, per rapina aggravata. Non sono mancati i controlli alla circolazione da parte dei Carabinieri che hanno sorpreso un 33enne romano con precedenti alla guida di una Smart con il telaio del motore modificato e un 44enne romano trovato alla guida di uno scooter rubato.

Dalla serata di ieri e per tutta la notte, i Carabinieri della Compagnia di Roma Trionfale e della Stazione di Roma Ponte Milvio, supportati dai Carabinieri del Nas e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma hanno eseguito un’operazione straordinaria di controllo nei luoghi della “Movida” di Ponte Milvio.

L’attività, rientrante nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, è stata svolta al fine di garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori della zona, verificare il rispetto delle regole e, laddove necessario, contrastare ogni forma di illegalità o di degrado, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Sono stati 12 gli esercizi commerciali controllati dai Carabinieri, in 6 dei quali sono state riscontrate irregolarità. In due dei sei locali i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno riscontrato lavoratori in nero, in uno 2 e nel secondo 5, impiegati senza un regolare contratto di lavoro; in 4 locali i Carabinieri del Nas hanno riscontrato violazioni alle norme in materia di alimenti, igiene e sanità;  in un locale i Carabinieri della Stazione di Roma Ponte Milvio hanno accertato un episodio di vendita di alcolici a un minorenne. In totale sono state elevate sanzioni amministrative per un importo pari a 18.000 Euro. Nel corso del servizio di controllo, sempre in piazza di Ponte Milvio, 3 giovani studenti, trovati in possesso di modesti quantitativi di droghe per uso personale, sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori.

Nello stesso contesto, in una cornice volta a garantire legalità nella zona, i Carabinieri hanno arrestato un ragazzo di 18 anni che al controllo dei documenti è risultato destinatario di un ordine di esecuzione pena, dovendo espiare pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione, per rapina aggravata. Non sono mancati i controlli alla circolazione da parte dei Carabinieri che hanno sorpreso un 33enne romano con precedenti alla guida di una Smart con il telaio del motore modificato e un 44enne romano trovato alla guida di uno scooter rubato.