Roma – Sei persone arrestate per furto nelle ultime 24 ore.

Nelle ultime 24 ore, nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato sei persone – tutte senza fissa dimora e con precedenti - quattro con l’accusa di furto aggravato e due con l’accusa di rapina.

Nel pomeriggio, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro, con l’ausilio dei militari dell’8° Reggimento “Lazio”, hanno arrestato un 57enne romano che dopo essere entrato in un negozio del centro commerciale in via di Valle Aurelia, ha indossato un paio di scarpe sportive simulando di volerle provare e, dopo aver danneggiato la placca antitaccheggio, ha oltrepassato le casse senza pagare, tentando di scappare. I dipendenti lo hanno bloccato e lo hanno consegnato ai Carabinieri intervenuti, che lo hanno ammanettato. La refurtiva è stata riconsegnata al negozio.

Poco dopo, in manette sono finiti anche tre cittadini del Marocco - due 23enni e un 24enne - arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro. Arrivati all’ingresso di un esercizio commerciale in via Giovanni Giolitti, uno di loro è rimasto all’esterno, in qualità di “vedetta” per monitorare i passanti in transito, l’altro, invece, che verificava la situazione all’interno, tenendo sotto controllo gli spostamenti del personale addetto alla vendita mentre il terzo complice ha afferrato un costoso zaino. Dopo aver rimosso la placca antitaccheggio i ladruncoli sono scappati ma sono stati bloccati dai Carabinieri in transito che avevano notato i loro movimenti sospetti.

In serata, invece, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno arrestato un 47enne della Georgia con l’accusa di rapina impropria. L’uomo, è entrato in supermercato in via Angelo Emo e dopo aver riempito una borsa con numerose bottiglie di superalcolici, per un valore di circa 300 euro, tentava di consegnarle ad un complice che lo attendeva oltre le casse ma sono stati sorpresi dai dipendenti che hanno tentato di bloccarli. I malviventi hanno iniziato a spintonare il personale addetto nel tentativo di scappare ma all’arrivo dei Carabinieri, immediatamente allertati, il 47enne era ancora trattenuto mentre il suo complice era riuscito a divincolarsi e scappare. 

La stessa scena si è ripetuta anche in un supermercato in via Portuense dove una 25enne romana ha prelevato 4 bottiglie di superalcolici da un espositore e le ha occultate nella sua borsa e si è poi diretta verso le casse chiedendo di pagare solo una barretta di cioccolato. Il direttore dell’esercizio commerciale che aveva notato la scena, l’ha fermata per chiederle spiegazioni, intimandole di riconsegnare la merce occultata. La donna si è scagliata contro di lui minacciandolo di morte e spintonandolo violentemente nel tentativo di guadagnarsi la fuga. E’ stata arrestata dai Carabinieri della Stazione Roma Bravetta che hanno recuperato la refurtiva. Tutti gli arrestati sono poi stati accompagnati in caserma e trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.