È di 5 persone arrestate e 3 denunciate il bilancio dei controlli svolti nelle ultime 24 ore dai Carabinieri di Ostia.

A Ostia, i Carabinieri impegnati nel servizio “Strade Sicure”, insieme ai militari del 187° Reggimento Paracadutisti “Folgore”, sono intervenuti nei pressi della stazione metropolitana “Lido Centro”, dove un uomo, palesemente ubriaco, continuava a molestare i passanti. L’uomo, un 47enne romeno senza fissa dimora, alla vista dei militari ha inveito subito contro questi ultimi minacciandoli con un bottiglia in mano. Invitato alla calma, l’uomo non ha desistito e ha ingaggiato una breve colluttazione con i Carabinieri che, però, lo hanno bloccato. L’arrestato è stato dapprima visitato dal personale medico giunto sul posto e poi portato in caserma e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida.

Un’operazione antidroga è stata portata a termine, nella giornata di ieri, dai Carabinieri della Stazione di Acilia. I militari da alcuni giorni stavano monitorando l’abitazione di un 20enne del posto, ove si trovava agli arresti domiciliari; i militari, infatti, durante i rituali controlli avevano notato un insolito movimento di persone nelle vicinanze, così hanno fatto scattare una perquisizione: l’attività ha portato al sequestro di molteplici dosi di hashish, nonché di tutto il materiale per la pesa ed il confezionamento dello stupefacente, oltre alla somma di 50 euro, provento dell’illecita attività. Il giovane pusher è stato arrestato e sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

A poche ore di distanza, sempre i Carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato per reati di droga un 37enne disoccupato, con precedenti specifici. L’irruzione dei Carabinieri nella casa dell’uomo ha portato alla luce l’attività di spaccio. Nella sua camera da letto, infatti, sono stati rinvenuti – occultati in appositi nascondigli – quasi 80 grammi di marijuana, già suddivisi in singole dosi, materiale per la pesa e il confezionamento delle dosi. Il pusher è finito in manette ed è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Sempre ad Acilia, i Carabinieri hanno arrestato un 27enne romano, disoccupato e già sottoposto all’obbligo di presentazione in caserma. Il giovane era stato fermato dai militari che, accortisi dello stato di alterazione psico-fisica, cercavano di condurlo alla calma. Lo stesso, nel tentativo di sottrarsi al controllo, reagiva inveendo e spintonando i militari, procurando loro delle contusioni. L’uomo è stato, però, bloccato, arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida.

A Ponte Galeria, i Carabinieri hanno arrestato, su disposizione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, una 70enne, già agli arresti domiciliari nel comune di Ladispoli, con l’accusa di omicidio. Il provvedimento trae origine sia da un precedente arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari sia dalla sua denuncia per atti persecutori perpetrati nei confronti della vedova della vittima: quest’ultima, nel mese corrente, è stata minacciata dalla donna al citofono di casa e, in un’altra occasione, era stata pedinata dalla stessa. L’arrestata, su indicazione dell’Autorità giudiziaria, è stata associata alla Casa Circondariale di Pozzuoli (NA).

Sempre a Ponte Galeria i Carabinieri hanno individuato e denunciato tre malviventi di nazionalità romena, che sono stati sorpresi all’interno dell’area industriale di via Portuense, proprio mentre asportavano numerosi scatoloni contenenti materiale elettrico. I tre, dopo essersi introdotti furtivamente all’interno dei magazzini, erano già riusciti a caricare la refurtiva su un furgone, ma sono stati bloccati dai Carabinieri che vigilavano la zona e li hanno notati. Sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria mentre il furgone è stato sequestrato ed il materiale elettrico, per buona parte stipato nel mezzo, è stato interamente recuperato.