Prossimo alla separazione, minaccia la moglie di morte. Arrestato dalla Polizia di Stato

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta Maggiore, diretto da Irene Di Emidio,  hanno arrestato un cittadino cinese di 37 anni per maltrattamenti  in famiglia e detenzione di armi da sparo.

La richiesta di aiuto è arrivata dall’avvocato della vittima che ha riferito delle minacce di morte da parte dell’uomo nei confronti della sua assistita in fase di separazione dal marito.

Nei giorni scorsi l’uomo, a seguito di denuncia da parte della moglie, era stato arrestato per detenzione di stupefacente, tuttavia appena libero, aveva continuato a minacciarla utilizzando pesanti parole: “come vedi sono uscito, non mi hanno fatto niente, ora vado a casa prendo la pistola e vengo ad ammazzarti”. Ciò che ha reso ancora più concrete le minacce di morte era il fatto che il padre della donna recatosi presso l’abitazione in cui vivevano la figlia con i bambini per prendere alcuni loro effetti personali, ha trovato una busta contenente due pistole; le stesse armi erano presenti anche in un video minatorio inviato dal 37enne alla moglie. Gli agenti verificato quanto riferito dalla donna hanno ritrovato e sequestrato le armi e l’uomo, che ha a suo carico precedenti di polizia, è stato arrestato.