Controlli anti-contagio della Polizia Locale, oltre 30 le irregolarità riscontrate nei locali pubblici e mini market: scattate diffide e chiusure. Oltre un migliaio le verifiche.

Più di un migliaio i controlli eseguiti nella serata di ieri da parte della Polizia Locale di Roma Capitale, secondo il piano potenziato di vigilanza, predisposto dal Comando Generale, per far rispettare le disposizioni per la limitazione del contagio da Covid-19. Le verifiche hanno riguardato tutto il territorio capitolino, con particolare attenzione alle località maggiormente frequentate della movida.

Gli agenti hanno rilevato irregolarità in una ventina di locali pubblici per somministrazione di cibo e bevande in piedi, sul posto o nelle adiacenze, oltre le ore 21 o per inosservanza delle regole sul distanziamento sociale. Le sanzioni hanno interessato anche alcune attività per lo svolgimento del servizio di ristorazione oltre la mezzanotte. Mirati accertamenti hanno interessato i mini market per verificare l'osservanza del Regolamento di Polizia Urbana e delle misure in vigore per il contenimento del contagio: una decina gli esercizi sanzionati perchè sorpresi a vendere bevande alcoliche fuori dall'orario consentito o per mancata chiusura all'ora prevista. Oltre alla sanzione, nei confronti dei gestori è scattata la diffida al ripristino delle condizioni atte a garantire la salute collettiva. In tre casi, invece, gli illeciti riscontrati hanno portato alla chiusura immediata dell'attività.

I controlli andranno avanti anche nei prossimi giorni, mantenendo alta l'allerta.