Controlli a tappeto all’Esquilino e al noto “ballatoio” della Polizia di Stato con la collaborazione del personale dell’A.S.L. RM.

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esquilino, diretto da Stefania D’Andrea unitamente al personale del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura e con la collaborazione degli Operatori dell’A.S.L. hanno effettuato servizi straordinari di controllo del territorio nel quartiere dell’Esquilino ed in particolare al c.d. “ballatoio” di via Giolitti. Controlli mirati al contrasto dell’abusivismo commerciale, all’immigrazione clandestina, allo spaccio di sostanze stupefacenti, alla violazione al codice della strada e al contrasto della microcriminalità diffusa.

In via Principe Amedeo – Ricasoli gli agenti hanno effettuato bonifiche e diversi posti di controllo per evitare lo stazionamento di soggetti dediti al commercio abusivo.
I poliziotti di Esquilino, con l’ausilio del personale dell’Amministrativa e dell’A.S.L. hanno controllato diversi esercizi commerciali siti in via Giolitti.
Il primo, un market dove sono state elevate sanzioni per un importo di 2.000 Euro per mancanza di etichettatura e dove sono stai sequestrati 25 Kg. di riso e 20 Kg. di semolino – distrutti sul posto.
Il secondo, un alimentari sanzionato per 280 euro poiché ha violato la L. Reg. COVID e per il quale, è stata disposta un giorno di chiusura.
Il terzo un Money Transfer dove il gestore è stato sanzionato per 280 euro per la violazione alla L. Reg. COVID. –inoltre è stato chiuso per 5 giorni e, il gestore è stato denunciato in stato di libertà per la violazione della L. 81/08.
Infine una barberia di via Cappellini, chiusa per assenza di titolare e sanzionato per 1.333 Euro per la presenza di un lavoratore in nero.
Ulteriori esercizi commerciali sono stati controllati e risultati a norma.
Durante i controlli i poliziotti hanno fermato 71 persone di cui 70 cittadini extracomunitari e 15 con precedenti di polizia.
Sono state accompagnate negli uffici 19 persone e 13 presso l’ufficio immigrazione di viaTeofilo Patini per verificare la loro posizione sul territorio nazionale.
Sono stati effettuati 3 posti di controllo e controllate 10 autovetture.
Le sanzioni elevate ammontano a 3893 euro.