Roma - Arrestati dalla Polizia di Stato per maltrattamenti in famiglia un 19enne ed un 35enne italiani.

Il primo a finire in manette è un 19enne italiano, con precedenti di polizia.
Sono circa le 10 di ieri quando, su disposizione della locale Sala Operativa, gli agenti del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, si sono recati in via Monsignor Pini a Casal Palocco per una lite animata. Sul posto, i poliziotti hanno trovato il giovane a terra sopra il padre, mentre lo colpiva con violenza. Grazie anche all’ausilio di altre pattuglie giunte sul posto, il ragazzo, identificato per D.D.K., è stato bloccato e messo in sicurezza.
La lite tra i due era scaturita quando il giovane, a bordo dell’autovettura del padre, era stato bloccato da quest’ultimo che aveva espresso la necessità di utilizzare il veicolo.
A quel punto era scattata l’ira del ragazzo che, dopo aver preteso del denaro dal padre, aveva iniziato a colpirlo con calci e pugni.
Dai racconti dei familiari e dai successivi accertamenti presso il commissariato di zona, si è potuto appurare che, in più occasioni, il D.D.K. era stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per le aggressioni nei confronti dei familiari.
Arrestato, è stato accompagnato a Regina Coeli e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.
E sempre per maltrattamenti in famiglia si sono aperte le porte del carcere anche per C.M., italiano di 35 anni, con precedenti di polizia.
Ieri sera, in zona Corviale, durante l’ennesima lite scaturita per motivi economici, l’uomo, che fa uso di stupefacenti, ha aggredito entrambi i genitori.
All’arrivo dei poliziotti del Reparto Volanti e del commissariato San Paolo il 35enne ha reagito aggredendo e minacciando anche loro.
Bloccato, è stato accompagnato negli uffici di polizia. Dovrà rispondere anche di resistenza a Pubblico Ufficiale.