Week end di controlli dei Carabinieri sulla movida di Trastevere.

Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Trastevere, con il rinforzo di militari provenienti da altri Comandi del Gruppo Carabinieri di Roma, hanno nuovamente fatto scattare una capillare serie di controlli nell’area storica del quartiere Trastevere.

Il bilancio del week end di verifiche è di 4 persone arrestate, altre 4 denunciate a piede libero, 28 sanzioni amministrative di vario genere contestate e un pub chiuso temporaneamente per aver impiegato lavoratori “in nero”.
A finire in manette sono stati: un romano di 52 anni, con precedenti, in esecuzione ordinanza di revoca della detenzione domiciliare e contestuale ordine di accompagnamento in carcere; un romano di 50 anni, pluripregiudicato, in esecuzione ordinanza di applicazione della misura degli arresti domiciliari per violazione della normativa sugli stupefacenti; un romano di 47 anni, anche lui con numerosi precedenti, accusato di violazione di domicilio aggravata dopo essere stato sorpreso dai Carabinieri in via degli Estensi mentre stava tentando di entrare, forzando la grata di una finestra, nell’abitazione del padre che ha formalizzato una querela; un ragazzo romano di 28 anni, pluripregiudicato, sorpreso alla guida della propria auto in viale Trastevere in possesso di 9 grammi di cocaina.

Delle 4 persone denunciate a piede libero, invece, 2 sono stati trovati in possesso di alcune dosi di stupefacente, uno è stato sorpreso alla guida del proprio veicolo con un tasso alcolemico di 1.35 g/l mentre il quarto, in preda ai fumi dell’alcol, ha pensato bene di appiccare le fiamme alla sella di un ciclomotore parcheggiato in via della Lungaretta. Grazie all’intervento di alcuni dei ristoratori presenti sulla strada, le fiamme sono state subito spente e il malfattore – un romano di 48 anni senza fissa dimora e con precedenti – è stato identificato e denunciato dai Carabinieri.
I militari, nello stesso contesto, insieme al personale specializzato del N.A.S. e del N.I.L., hanno controllato anche diversi esercizi commerciali della zona riscontrando in 3 ristoranti la mancanza dei requisiti in materia di igiene e sicurezza – elevate sanzioni amministrative per complessivi 6.000 euro – e in un pub l’impiego di 3 lavoratori “in nero2 che è costata alla titolare, oltre alla sanzione per 7.400 euro, la sospensione dell’attività.

Sanzionati, inoltre, 5 artisti di strada e 2 venditori ambulanti sprovvisti delle autorizzazioni, 16 persone trovate a consumare bevande alcoliche oltre le 23:00 in violazione dell’Ordinanza “Anti alcol” del Sindaco di roma e 1 automobilista sprovvisto della revisione periodica obbligatoria.
Sono state 4, infine, le persone segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo poiché sorprese in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti.