San Paolo. Controlli amministrativi della Polizia di Stato: 600 le armi ritirate tra pistole e fucili e 10 mila le cartucce. Resoconto annuale.

Sono 90 le attività commerciali controllate nel 2018 dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Paolo, diretto da Massimiliano Maset.
Tra queste i “compro oro”, “sale scommesse”, esercizi pubblici e privati dove era stata segnalata la presenza di pregiudicati che potevano creare problemi di ordine e sicurezza pubblica.
80 sono state le sanzioni amministrative notificate ai titolari degli esercizi commerciali per un importo di circa 80 mila euro.
Sono invece 5 i locali chiusi con provvedimento del Questore: tra questi un circolo privato dove venivano effettuati spettacoli musicali, un bar in via della Magliana Nuova abituale ritrovo di pregiudicati e dove erano stati riscontrati disordini, un circolo privato in piazza Mosca zona Trullo anche questo frequentato da pregiudicati ed un autosalone completamento abusivo.
4 sono le licenze sospese ai titolari di esercizi adibiti a sale “videolottery” per non aver ottemperato all’ordinanza del sindaco relativa al rispetto degli orari di apertura.
Nei vari controlli sono stati individuati almeno 10 lavoratori irregolari oggetto di segnalazione all’ispettorato del lavoro.
Lo scorso anno sono sati censiti e verificati circa 5 mila detentori di armi dei quali solo in parte hanno prodotto certificazione medica attestante idoneità sanitaria.
Sono state ritirate 600 armi tra fucili e pistole nonché 10 mila cartucce inviate al Cerimant per la distruzione.
 

e-max.it: your social media marketing partner