Grottaferrata - Isola ecologica, il 25 marzo si apre la conferenza dei servizi: tre mesi decisivi per il futuro dello smaltimento dei rifiuti in citta’

Il Comune di Grottaferrata ha convocato per il prossimo 25 marzo alle ore 10,30 presso l’aula consiliare la conferenza dei servizi decisoria sull’isola ecologica. Sono stati chiamati a intervenire tutti gli Enti competenti a rilasciare pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso relativamente al progetto definitivo, costituente variante al P.R.G. vigente, oggetto della Deliberazione di Consiglio comunale n° 28 dello scorso 2 ottobre 2018.
Attorno al tavolo, dunque, si siederanno, oltre ai rappresentanti e i tecnici dell’Amministrazione comunale grottaferratese, i tecnici della Regione Lazio, della Città Metropolitana di Roma Capitale, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale, dell’Autorità di Bacino del Fiume Tevere, della Asl Rm H, di Enac, Italgas, Acea, del Comando dei Vigili del Fuoco di Roma e di e-distribuzione S.p.A.
Gli Enti coinvolti dovranno rendere il parere di competenza entro i successivi 45 giorni (che diventano 90 nel caso di pareri rilasciati da Amministrazioni preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali, o alla tutela della salute dei cittadini).
Si arriverà così a fine giugno, periodo nel quale – anche da cronoprogramma – dovrebbe chiudersi definitivamente la conferenza dei servizi, in modo da consentire la trasmissione di tutta la documentazione alla Città Metropolitana di Roma Capitale, Ente competente all’approvazione della variante al Prg che potrebbe arrivare entro la fine di settembre.
Dopo questo passaggio il documento urbanistico dovrà tornare in Consiglio comunale a Grottaferrata per l’approvazione definitiva.
Realisticamente a inizio 2020 il Comune potrà pubblicare il bando di gara per l’affidamento dei lavori.
“Ci troviamo alla vigilia di un momento particolarmente importante per la città. Dal dibattito politico su idee e progettazione dell’isola ecologica, un’opera strategica e vitale per il futuro della nostra città, stiamo ora passando alla fase più operativa: la conferenza dei servizi. Ci tengo a ricordare che si tratterà di un’isola ecologica avanzata che al suo interno ospiterà un impianto per la produzione di compost (40t/anno) da utilizzare come fertilizzante per terreni agricoli. È nostra intenzione anche prevedere una linea trattamento biomassa per produzione di energia elettrica derivante dalle potature” spiega il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti.
“Ci adopereremo affinché venga rispettato il cronoprogramma che potrebbe veder coincidere, tra l’altro, l’inizio del nuovo appalto per la gestione della raccolta dei rifiuti con l’inizio dei lavori nel sito di Villa Senni. Una buona coincidenza che può essere d’auspicio per un processo organico di modernizzazione e crescita nella gestione di un ambito fondamentale in ogni comunità cittadina qual è diventato lo smaltimento dei rifiuti” prosegue il primo cittadino.
“L’impegno dell’Amministrazione naturalmente – conclude Andreotti – resterà quello, nell’anno in corso e in quello a venire, di aumentare ulteriormente il già ragguardevole dato sulla raccolta differenziata, precondizione necessaria affinché anche la nascente isola ecologica possa diventare elemento virtuoso nella crescita socioculturale della nostra città. Ed è esattamente con questo spirito che unisce: necessità tecniche e esigenze della città e della sua collettività che ci apprestiamo a iniziare questa conferenza dei servizi decisiva per un futuro di sviluppo più armonioso e coerente per Grottaferrata”.

 

e-max.it: your social media marketing partner