Trasporti: approvato nuovo statuto Roma Mobilità

Ringrazio i consiglieri di maggioranza e di opposizione per il lavoro portato avanti in Aula, che ci ha consentito di approvare una importante delibera che dà il via ad un percorso amministrativo e societario fondamentale per costituire una società che sarà il vero cervello operativo della mobilità della nostra città”: lo ha dichiarato in Assemblea Capitolina l’Assessore alla Mobilità, Eugenio Patanè, al termine della seduta dell’Aula Consiliare in cui è stata approvata la delibera che modifica lo statuto di Roma Servizi per la Mobilità. 

Questo passaggio - ha aggiunto Patanè - rappresenta la prima fase dell’iter che porterà alla fusione per incorporazione di Roma Metropolitane in Roma Servizi per la Mobilità.  Con le modifiche dello Statuto, si ampliano le funzioni di Roma Servizi per la Mobilità che si estenderanno anche alla pianificazione, alla progettazione e all’attuazione di metropolitane e in generale di sistemi di trasporto rapido di massa come, ad esempio, sistemi a fune, corridoi e sistemi di trasporto pubblico in sede propria come i tram”.

Nei prossimi 20 anni - ha concluso Patanè - dobbiamo realizzare opere per 15 miliardi: puntiamo, quindi, ad avere una struttura forte, che garantisca la certezza del futuro ai lavoratori e alle tante professionalità oggi in seno a Roma Metropolitane che sia in grado di gestire tutte le commesse che riguardano le infrastrutture oggi in progettazione”.