Campidoglio - Presentato il programma di rigenerazione urbana “15 municipi, 15 progetti per la citta’ in 15 minuti”

Prende forma, a Roma, il modello di città della prossimità attraverso il Programma “15 Municipi 15 Progetti per la città in 15 minuti”, presentato oggi in Campidoglio alla presenza del Sindaco Roberto Gualtieri e degli assessori Andrea Catarci e Maurizio Veloccia.

Il Programma sviluppato in collaborazione tra l’Assessorato all’Urbanistica e l’Assessorato Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la Città dei 15 minuti attraverso un ampio coinvolgimento di tutti i Municipi, prevede di rigenerare una prima serie di 15 ambiti territoriali, uno per ciascun Municipio. Tali ambiti, scelti per le loro caratteristiche morfologiche e funzionali e perché rappresentativi dell’identità locale, includono spazi urbani in grado di rivitalizzare e riqualificare i tessuti circostanti, oltre ai principali servizi necessari a perseguire l’obiettivo della città dei 15 minuti. Ogni Municipio, inoltre, è stato invitato ad evidenziare gli obiettivi prioritari da raggiungere e gli eventuali interventi strategici da attuare (es. connessioni ciclopedonali, riqualificazione/valorizzazione di aree verdi o di altri spazi pubblici).

Gli ambiti territoriali individuati, approvati oggi con una delibera di Giunta, sono: Prato Falcone nel Municipio I, Villaggio Olimpico nel II, Tufello nel III, Settecamini nel IV, La Rustica nel V, Zona dei Colli nel VI, Gregna nel VII, Valco San Paolo nell’VIII, Spinaceto nel IX, Ostia Antica nel X, Magliana nell’XI, Monteverde Quattroventi nel XII, Montespaccato nel XIII, Palmarola nel XIV e Labaro nel XV.

La prossima fase del programma prevede la redazione di un Masterplan per la riqualificazione degli ambiti selezionati finalizzato a individuare le soluzioni progettuali. Dopo l’approvazione del Masterplan saranno individuati un primo gruppo di interventi che saranno realizzati nel corso del 2023 per un totale di 22,5 milioni di euro, e un secondo gruppo per i quali è previsto il ricorso a concorsi di progettazione.

La Città dei 15 minuti significa avvicinare i servizi ai territori e alle persone attraverso un progetto complessivo di riorganizzazione e di rigenerazione urbana di spazi e di luoghi. Oggi presentiamo un passo fondamentale proprio in questa direzione, coerente con altri percorsi già attivati, dalla manutenzione di tante piccole aree verdi assegnata ai municipi, alle scuole aperte il pomeriggio e alla riqualificazione di strutture chiuse da anni, dai centri diffusi dove fare pratiche amministrative al ripristino di linee bus, filobus e tram che erano state sospese o lasciate prive di manutenzione. Vogliamo attenuare la distinzione tra centro e periferia, rigenerando e rivitalizzando l’intero territorio comunale” ha dichiarato il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri

“Per ricucire Roma dalle periferie al centro è necessario un grande piano di rigenerazione urbana, coerente con i bisogni e le vite delle romane e dei romani. Un piano che metta al centro un’azione urbanistica integrata e che, a partire dalla consapevolezza del valore sociale dello spazio pubblico, crei connessioni, valorizzando le vocazioni e le funzioni esistenti e aggiungendone nuove. Con questo programma andiamo proprio in questa direzione: non solo costituiamo una “mappa” di interventi da poter realizzare in tempi brevi ma lo facciamo attraverso il coinvolgimento di chi il territorio lo conosce e lo vive quotidianamente: i Municipi. La rigenerazione urbana, infatti, si realizza sia con la riqualificazione dello spazio pubblico e con il recupero degli spazi urbani degradati, ma soprattutto attraverso realizzazione di progetti di “prossimità” che coinvolgano le comunità locali” dichiara Maurizio Veloccia, Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale.

Il programma che presentiamo oggi è un primo concreto atto per la creazione della Roma in 15 minuti, una città ecosostenible con al centro innanzitutto i bisogni delle persone. Una città della prossimità dove i servizi siano sempre più vicini al cittadino, consentendo così di realizzare quell’assetto policentrico rimasto in passato solo nelle migliori intenzioni. Prima abbiamo pensato al futuro, assicurando a Roma ingenti risorse Pnrr per portare servizi e rigenerazione laddove mancano. Ora acceleriamo nel lavoro con obiettivi a breve e medio termine, per migliorare la vita di tutte le romane e i romani” dichiara Andrea Catarci assessore a Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la città dei 15 minuti.