Pomezia - Progetto “Cibiltà”, conclusa la campagna di sensibilizzazione sul tema dello spreco alimentare. Consegnati “Premi comunali” alle realtà più virtuose

Si conclude “Cibiltà. Usiamo il cibo civilmente. Stop agli sprechi”, l’iniziativa di contrasto agli sprechi alimentari in ambito domestico, nella ristorazione, nelle scuole e nel turismo locale, promossa dal Comune di Pomezia, grazie a un finanziamento della Città Metropolitana di Roma Capitale con i fondi della Regione Lazio. Il progetto è stato realizzato da Achab group. Un anno di campagna, articolata in misure e azioni concrete per limitare gli sprechi, promuovendo iniziative di recupero delle eccedenze alimentari da destinare alle famiglie che ne hanno bisogno sul territorio comunale.

L’iniziativa ha visto l’adesione di 85 esercizi commerciali e stabilimenti balneari di Pomezia e Torvajanica, tra chioschi e bar sulla spiaggia, ristoranti, pizzerie e osterie, con la consegna di vetrofanie di riconoscimento, materiali informativi bilingue e Family Bag in materiale eco sostenibile per consentire ai clienti di portare a casa eventuali eccedenze di cibo dal ristorante. Nell’ambito del progetto anche 2 repliche dello monologo teatrale “Evoluzione, riflessioni postume di un australopiteco” e 4 seminari-lezione sullo spettacolo per gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado. I seminari sono stati un'occasione di confronto tra classi e scuole per riflettere sul nesso “causa-effetto” delle nostre azioni e delle nostre abitudini di consumo sull’ambiente. Durante l’estate pometina 2021 è stato realizzato uno “showcooking”, una dimostrazione pratica di cucina con prodotti di stagione e del territorio, nozioni sulle corrette modalità di conservazione dei cibi per la salute e il risparmio sul bilancio familiare.

Attivamente coinvolte anche le Scuole. Le scuole primarie nei progetti “Ecopagella online” e “Diario dello spreco alimentare”: 6 scuole, 24 videolezioni in teledidattica, 418 ecopagelle compilate, le prime 3 classi classificate sono state premiate con buoni didattici e tutti gli alunni che hanno partecipato hanno ricevuto un gadget, attestati o sacchetti antispreco in cotone naturale. Scuole secondarie di primo grado coinvolte nell’attività didattica “Food ecoreporter”: 4 scuole, 22 videolezioni in teledidattica, 2500 giornalini graficati con i lavori dei ragazzi. Scuole secondarie di secondo grado coinvolte: 6 scuole, 21 classi, 316 alunni hanno giocato attivamente al concorso online “Ecoquiz in missione per il pianeta”, giocando complessivamente 37.718 partite,

argomenti trattati: biodiversità, spreco alimentare, rifiuti, mobilità sostenibile, energie rinnovabili, qualità dell’aria, raee. I primi 3 alunni classificati sono stati premiati con un tablet di ultima generazione a testa. In aula consiliare oggi sono stati consegnati Premi Comunali, dedicati a enti e associazioni di volontariato, GDO, negozi, esercizi turistici, per le attività più virtuose in tema di riduzione degli sprechi alimentari e/o recupero delle eccedenze:

Premiati:

Nella categoria mense:

-Centro Cottura pasti mensa scuole Gruppo Innova-> consegna eccedenze pane e frutta a CRI

-Scuola medio grande con mensa- (Pestalozzi Primaria 1)> consegna eccedenze pane e frutta ai Volontari Caritas della Parrocchia San Bonifacio

-Scuola medio grande con mensa->(San Giovanni Bosco Primaria) consegna eccedenze pane e frutta ai Volontari Caritas della Parrocchia della Beata Vergine Immacolata

Nella categoria associazioni:

CRI Comitato di Pomezia

Volontari Caritas della Parrocchia San Bonifacio

- Volontari Caritas della Parrocchia della Beata Vergine Immacolata