Marino - Al via la consulta dell’associazionismo e del volontariato

Si è tenuta lunedì 3 maggio scorso dalle 18,00 alle 20 circa una prima riunione in videoconferenza con Associazioni e Comitati iscritti all’Albo comunale convocata dal Presidente del Consiglio Comunale Sante Gabriele Narcisi e finalizzata alla costituzione di una Consulta delle Associazioni.

Hanno partecipato all’incontro tenuto sulla piattaforma Zoom le seguenti realtà territoriali:

Per le Associazioni: Lo Storico Cantiere, l’ASD BELLY DANCE ITALY, Circolo G. Donè per ITALIA-CUBA, Punto a Capo onlus, Gruppo di Presenza Mons. Grassi, ACAB-BIBLIOPOP, Legambiente, Accademia Castrimeniense, Bado io a te, Fondazione San Michele, Insieme per lo sviluppo, Archeoclub Colli Albani, Scacchi in Tour, Marino Aperta APS, Senza Frontiere onlus, Mediamo, La Goccia Magica, Gruppo Animalista Castelli Romani, Accademia delle Arti dei Castelli Romani, Artemista, ASD Lucky Junior, Italia Nostra, Gnosis, Arte e Costumi Marinesi, Green Mind.

Per i Comitati: di Quartiere: Borgo Garibaldi, Piazzale M. Mercuri (San Rocco), Madonna de U Sassu, Gente di Via Aldo Moro e dintorni, Due Santi.

Per il Comune di Marino hanno partecipato anche l’Assessore alle Politiche Sociali Barbara Cerro e il Dirigente dell’Area V arch. Michele Gentilini.

Numerosi i rappresentanti di tali realtà, che sono intervenuti dopo l’illustrazione delle linee guida poste alla base della costituzione della istituenda Consulta e la discussione si è incentrata su alcuni aspetti di funzionamento e sulla normativa di settore, attualmente in evoluzione.

Queste le parole del Presidente del Consiglio Comunale Sante Gabriele Narcisi all’indomani della riunione: “Ringrazio tutti i partecipanti all’incontro, per il loro tempo e per i contributi portati alla discussione. A beneficio di quanti non sono potuti intervenire, pubblico il documento informale condiviso durante la videoconferenza sperando che, pur nella sua sintesi, possa essere sufficientemente esplicativo degli scopi della Consulta e dei tratti principali di un Regolamento che ne disciplini la costituzione ed il funzionamento.

Nei prossimi giorni, sarà inviata a quanti hanno partecipato alla videoconferenza ed a quanti che, non avendo potuto partecipare, ne faranno espressa richiesta via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), la bozza di Regolamento in vista di un successivo incontro da tenersi entro le prossime due settimane. Obiettivo del Regolamento è di normare gli aspetti essenziali della Consulta e lasciare alla sua autonomia altri aspetti di dettaglio, che potranno essere definiti ed eventualmente inclusi in una fase successiva, una volta avviate le attività a maturate le prime esperienze di funzionamento. Il Regolamento – conclude il Presidente Narcisi - vuole essere il più possibile inclusivo delle organizzazioni che validamente operano sul territorio per il bene comune, limitando allo strettamente necessario gli adempimenti formali o i requisiti di partecipazione”.