76° Anniversario del Bombardamento della Città di Frascati - Due eventi per non dimenticare

Venerdì 6 settembre presso la Sala degli Specchi di Palazzo Marconi di Frascati due eventi culturali nell’ambito delle commemorazioni del 76° anniversario dei bombardamenti sulla città. 

8 settembre 1943, una data drammatica per la cittadina laziale. I pesanti bombardamenti alleati provocarono circa 6000 vittime tra la popolazione civile e 700 morti tra le truppe tedesche. Obiettivo dei bombardamenti l’annientamento del Comando Supremo tedesco, composto da circa 3000 militari al comando del Feldmaresciallo Albert Kesselring.


Una data l’8 settembre 1943 a cambiare la sorte dell’Italia nella seconda guerra mondiale. L’armistizio firmato a Cassibile annunciato da Badoglio via radio (EIAR) alle ore 19,45 lasciò allo sbando i soldati italiani sui vari fronti: “Ogni atto di ostilità contro le forze anglo-americane deve cessare da parte delle forze italiane in ogni luogo - sentenziava Badoglio - Esse però reagiranno a eventuali attacchi da qualsiasi altra provenienza.”
Con il patrocinio della Città di Frascati a partire dalle ore 17 Matilde Ventura, Rita Gatta e Basilio Ventura presenteranno “Macerie” raccolta di 20 racconti relativi al periodo di guerra 1943-1944 attraverso la testimonianze dei sopravvissuti. Memorie rielaborate dagli autori in uno stile scorrevole adatto anche per uso scolastico.

A seguire alle ore 18,00 l’Associazione “Giovani per Cambiare” con: “Quelli che dissero No: la storia degli internati militari italiani all’indomani dell’8 Settembre 1943”: un focus sui soldati (IMI) che rifiutarono di collaborare con la Wehrmacht e pertanto vennero catturati dai tedeschi e deportati nei lager nazisti, costretti a lavoro coatto per la Germania. Sarà proiettato un documentario con la testimonianza di un IMI ancora vivente: Livio Pedron, insignito a gennaio scorso di Medaglia d’Onore IMI. L’intervista è stata realizzata dagli studenti della “Sapienza” nell'ambito del corso di Storia sociale e culturale della Laurea Magistrale in Scienze Sociali Applicate. L'evento sugli IMI in collaborazione con “ANRP Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, dall'Internamento, dalla Guerra di Liberazione” e con l'Associazione "Un ricordo per la pace" di Aprilia che da oltre 10 anni è attiva nel progetto “Memoria agli IMI”. Interverrà il prof. Luciano Zani, professore ordinario di Storia Contemporanea e Storia Sociale e Culturale della Università “La Sapienza” di Roma. Partecipano Giulia Spagnoli, sociologa e Presidente dell’Associazione “Giovani per Cambiare”, Francesca Gentili, antropologa, i sociologi Davide La Spina e Jakub Pichalski.
    

e-max.it: your social media marketing partner