Fiumicino - Giornata per l'eliminazione della violenza contro donne, Anselmi: "due giorni di iniziative per parlare di violenza di genere"

"In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il 25 Novembre, l'Amministrazione comunale con l’Assessorato alle Pari Opportunità e le associazioni del territorio organizza un calendario di iniziative volte a sensibilizzare sul tema. Quest’anno gli eventi si svolgeranno in due giorni a partire dal 25 novembre, appunto". Lo dichiara l'assessora alle Pari Opportunità, Anna Maria Anselmi.

"Oltre alle vere e proprie impronte che lasceremo sul territorio, come la panchina, in collaborazione con le associazioni - spiega Anselmi -, abbiamo scelto di trattare il tema della violenza di genere anche attraverso la musica e l'arte della recitazione, poiché in grado di arrivare efficacemente alle coscienze di tutti". "Le iniziative vogliono essere un momento di riflessione sulla conseguenze della violenza sia su chi la subisce sia su chi circonda le vittime, come i figli". "Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che si sono impegnate per la realizzazione degli eventi, le attiviste, le musiciste, l’autrice e la regista della performance teatrale che si terrà il 27 alla Casa della Partecipazione per quanto messo in atto e per aver accolto anche il nostro territorio come luogo di performance", conclude Anselmi.

Il calendario degli eventi

Venerdì 25 novembre

Alle 10.30 l’associazione TuttexUna, nell'ambito del progetto “Zapatos Rojos” iniziato qualche anno fa, disporrà diverse paia di scarpette rosse sulla spianata del palazzo comunale che dà su via Portuense.

Alle ore 15.00 grazie alla sensibilità e collaborazione dell’assessore all’ambiente Roberto Cini, verrà installata a villa Guglielmi una panchina rossa come simbolo permanente di memoria e speranza.

Alle ore 17.30 presso la Casa della Partecipazione di Maccarese si terrà un evento organizzato dall’associazione Emily D in collaborazione con la cooperativa il Faro e patrocinato dal Comune di Fiumicino e dalla Regione Lazio. Dopo i saluti istituzionali e di alcune ospiti, si proseguirà con il workshop dell'attivista Nitx dal titolo "Violenza sulle donne, di genere e sulle persone LGBTQIA+. Appunti e racconti personali e politici per una discussione collettiva". Dopo l'aperitivo, sarà il momento del concerto "Vicina Mia, vicine nostre" a cura delle musiciste Juliana Azevedo e Margherita Failla.

Domenica 27 novembre

Alle ore 17,00, sempre alla Casa della Partecipazione, il Comune di Fiumicino, in collaborazione dell’associazione culturale non profit Music Theatre International ETS, organizza l’evento "Donne Perse(phone) – voci di donne contro la violenza sulle donne".

La serata si aprirà con una performance teatrale e di calligrafia araba su corpo femminile. I testi sono tratti dal dramma “Donne Perse(phone)” di Annalisa Venditti. Interpreti Maria Luisa Giampietro, Paola Sarcina e Ada Seguino (voci recitanti), Amjed Rifaie (calligrafia araba), Loredana Rubeis, Antonella Sabeone e Chloé Monfort (danza), per le coreografie di Nadia Slimani.

Seguirà la proiezione del docufilm Donne Perse(phone) - il viaggio, per la regia di Annalisa Venditti ed Erika Sharon Biancone (montaggio Bianca Galistu e Andrea Gentile, riprese Fabrizio Lauri, colonna sonora Giovanni Caruso, Traindeville). Il documentario racconta il percorso del progetto dal 2016, attraverso interviste e testimonianze delle protagoniste, oltre ad immagini di scena e dal back stage dello spettacolo.

Donne Perse(phone) è un dramma moderno sulla violenza alle donne che si ricollega al mito classico: alla vicenda della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone. Ispirato dalle cronache dei nostri giorni, alle storie di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, un fidanzato o un compagno violento, il dramma dà voce alle vittime. Le figlie ritornano e lo fanno per raccontare alla madre gli ultimi momenti della loro vita e per ricucire quello strappo che – nonostante tutto - non potrà mai recidere un legame tanto forte e profondo. Il dramma rappresenta così un dialogo intimo tra madre e figlia, tra vita e morte, tra amore e violenza. Il libro Donne Perse(phone) è edito da dei Merangoli, 2018.