Palombara Sabina (RM), “Il Giorno di Bacco” torna nella cornice del Castello – 12 novembre

Il Dio del vino e dei misteri è pronto ad accogliervi nelle magiche atmosfere del Castello Savelli. Da ben 15 anni Palombara Sabina celebra con “Il Giorno di Bacco” le perle della produzione vinicola e gastronomica locale in una location d’eccezione: l’antica fortezza risalente all’XIII Secolo, che per una giornata si trasforma in una cantina dal fascino unico. L’appuntamento torna puntuale domenica 12 novembre e propone un percorso di bicchiere in bicchiere fra gli ampi saloni, gli affreschi e le antiche statue greche del Castello; e ad affiancare i migliori vini del Centro Italia e non solo ci sarà anche un ricchissimo menù basato sulle migliori ricette del territorio.
Organizzata dall’Associazione culturale “Idee e Valori”, la manifestazione prenderà vita intorno a un ricco programma con degustazioni, spettacoli musicali, mostre, visite guidate e animazioni varie. Nella foresteria del Castello si potranno gustare i migliori vini del Lazio e del Centro Italia, con particolare attenzione alle etichette del territorio e del Parco Regionale dei Monti Lucretili: sarà un percorso non solo di degustazione ma anche di conoscenza, perché produttori ed esperti sommelier spiegheranno tutti i segreti che si nascondono dietro una bottiglia di vino, dalla vendemmia fino al bicchiere. Di portata in portata, presso la “Locanda di Bacco”, si potrà invece pranzare gustando prodotti tipici della Sabina esaltati dall’oro verde laziale, l’olio extravergine di oliva offerto dal “Consorzio DOP Sabina”: a partire dalla pietanza palombarese per eccellenza, le speciali pizze fritte condite con sale o zucchero o ricoperte di nutella, che faranno tornare indietro a quando le pizze venivano fatte in casa dalle nonne.
Una sorta di evento nell’evento sarà la XVI Festa dell’olio curata dall’associazione culturale “La Palombella” con dibattiti, mini corsi di degustazione, vendita diretta e bruschette per tutti. Nella sala Ottaviani, invece, la condotta Slow Food Sabina curerà la degustazione guidata dei migliori prodotti tipici locali; qui verranno organizzati anche i laboratori che svilupperanno la manualità dei bambini attraverso la realizzazione di oggetti in argilla, la preparazione della pasta e della carta profumata. Al contempo la Coldiretti porterà le più importanti aziende agricole della zona “dalla terra alla tavola” direttamente a contatto con i consumatori, mentre l’Associazione “Palombar ‘Artis” organizzerà il V° mercatino dell’artigianato con mostra di tecniche di lavorazioni tradizionali di vetro, cuoio, legno, saponi e rievocazioni degli antichi mestieri.
Anche sul fronte dell’intrattenimento non mancheranno le sorprese, con due gruppi musicali che si alterneranno sul palco del giardino pensile del Castello Savelli e gli “Sbandieratori e Musici di Amelia” che sfileranno per il borgo accompagnati da figuranti in abiti storici, curati della giovane stilista Silvia Nobili. Spazio anche visite guidate al borgo medievale e al Castello e agli spettacoli per bambini con le bolle di sapone, la magica statua vivente e le fate luminose. L’ingresso sarà libero e gli studenti dell’IPSSAR (Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione) di Palombara Sabina accompagneranno gli avventori lungo i percorsi degustativi della manifestazione, con funzioni di assistenza in sala e accoglienza. Ai camperisti sarà infine riservata, già dal sabato pomeriggio un’area dedicata, adiacente il piazzale del Campo Sportivo.

 

Info:sms a 3408505381
 

e-max.it: your social media marketing partner