Frascati. Madre e figlia in trasferta da Napoli con assegni clonati per versarli negli uffici postali romani. Denunciate dalla Polizia di Stato.

E’ stato il Direttore dell’ufficio postale di Frascati, ad allertare il commissariato.
L’attenzione dell’uomo, è stata attirata dalla presenza di due donne che si sono presentate allo sportello per versare un assegno bancario, emesso da una compagnia di assicurazioni, in un conto corrente a loro intestato.
Da una attenta e scrupolosa verifica, l’impiegato ha accertato che l’assegno era stato abilmente clonato.
I poliziotti hanno identificato le due signore, E.R.,63enne di Napoli e la figlia, E.F., 36enne e, approfondendo gli accertamenti, sono risaliti alla truffa che ormai da mesi, mamma e figlia portavano avanti.
La tecnica messa a punto, consisteva nell’intercettare, attraverso una fitta rete di complici, gli assegni in spedizione da parte delle compagnie assicuratrici, riuscendo a clonarli e, ad incassarli prima che i legittimi beneficiari potessero farlo.
Con questo sistema, le truffatrici partenopee erano riuscite ad incassare una somma di quasi 30.000euro.
Per entrambe, è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di concorso in truffa e ricettazione, ed è stato emesso il provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.


  

e-max.it: your social media marketing partner